Dormire in coppia con il tuo fidanzato è un incubo? La scienza ti spiega perché

Hai sempre avuto il sospetto che dormire in coppia con il tuo compagno fosse un vero e proprio incubo? La scienza ti dà ragione: ecco perché.

dormire in coppia
(fonte: Canva)

Alzi la mano chi non ha mai passato una nottata sveglio, guardando il soffitto e sperando di addormentarsi il prima possibile mentre il partner russa beatamente accanto a noi.

Non capita spesso (o forse sì, dipende ovviamente dal naso del tuo compagno!) ma molte volte ci svegliamo dopo una nottata insieme decisamente stanchi.

Se credevi di essertelo immaginato, è ora di scoprire la verità: ecco cosa ci dice la scienza.

Dormire in coppia ti leva almeno tre ore di sonno

dormire in coppia
(fonte: Canva)

Saranno contenti tutti i single o tutte quelle persone che si lamentano della difficoltà di dormire in coppia con il proprio partner.
Uno studio, infatti, ha dimostrato che dormire insieme al proprio compagno sarebbe veramente deleterio per il sonno.

Ma com’è possibile?

Dormire con il partner è un’attività che, spesso e volentieri, può dirci molto sul nostro rapporto!
Abbiamo già parlato di che cosa puoi dedurre dalla maniera in cui dormite ed anche di quali siano le posizioni del sonno che, invece, prefigurano un divorzio.
Una ricerca scientifica inglese riportata da Cosmopolitan, invece, ha acceso un riflettore su un altro problema legato, però, alle coppie ed al sonno.

A quanto pare, infatti, dormire con il tuo partner potrebbe costarti quasi tre ore di sonno a notte.
Una vera enormità!
Se poi andiamo a fare i calcoli (per chi è bravo in matematica) scopriamo che, in un anno, l’accumulo di oreperse” diventa ancora più spaventoso.
Dormire in coppia farebbe perdere a tutte le donne più di 1.000 ore di sonno per un totale di quasi… 45 giorni!

Insomma, a quanto pare dormire con il tuo partner rischia di avere un effetto disastroso sulla tua salute.
Come se non bastasse la Sindrome delle gambe senza Riposo (di cui ti abbiamo parlato qui) a rovinare il sonno, adesso ci si mette anche il tuo compagno.
Ma quali sono i motivi per i quali dormire vicino al tuo partner è così “faticoso”?

  • russare: inutile cercare di girarci intorno. Gli uomini, generalmente, russano di più e più sonoramente delle donne.
    C’è chi si abitua (o almeno così crede) a questo sottofondo musicale e chi, invece, rimane sveglio per ore ad ascoltare le involuzioni ed evoluzioni del respiro del partner.
    Purtroppo, però, quando il partner russa non può fare a meno di tenerti sveglia facendoti letteralmente… perdere minuti preziosi!
  • carico mentale: anche se non dovrebbe essere così, le donne sono ancora “vittime” del carico mentale.
    A cosa ci stiamo riferendo con questa espressione?
    Semplicemente” ad una differenza di genere che scarica sulle spalle delle donne molti dei problemi legati all’ambiente familiare.
    Hai mai notato come il tuo partner si addormenta, appena toccato il materasso?
    Tu, invece, rimani sveglia a pensare alla lavatrice da fare, alla porta di casa che va chiusa, a controllare i bambini, a preparare il cibo per il giorno dopo o alla lista della spesa.
    Insomma, tutte le piccole incombenze di cui ti fai carico (e ce ne sono milioni) finiscono per tenerti sveglia la sera, intenta a fare un riassunto di quello che c’è da fare.
    Nel frattempo, però, il tuo partner dorme come un angelo: la responsabilità di tutto, quindi, finisce quasi sempre su di te!
  • rivoluzioni: se il partner si addormenta prima di te, si crea anche una situazione decisamente “difficile” a livello di posizioni.
    Mentre dorme (e mentre tu rifletti su quello che ti rimane ancora da fare), il partner inizia a cambiare posizione.
    Prima si allarga, poi si mette in diagonale, poi finisce per prendersi tutto il tuo spazio: insomma, non sta fermo un attimo!
    Mentre tu sei ancora nelle fasi più leggere del sonno, il partner (che è in piena fase REM) finisce per “disturbarti” involontariamente.
    Il risultato? Ore di sonno in meno per te!
dormire in coppia
(fonte: Canva)

La situazione sembra essere davvero senza speranza, vero?

A quanto sembra l’unica soluzione sarebbe quella di dormire separati, onde evitare di fare veramente una guerra.

Ovviamente, poi, ogni situazione è unica e particolare: potresti essere tu, invece che il tuo compagno, il responsabile delle ore in bianco dell’altro!