Come mangiare i carboidrati senza ingrassare: ecco alcuni consigli utili

I carboidrati non vanno eliminati del tutto anche se sei a dieta: ecco alcuni consigli utili per assumerli senza ingrassare.

carboidrati senza ingrassare
Foto da Canva

In una dieta sana ed equilibrata devono essere presenti anche i carboidrati. Se siamo a dieta non dobbiamo rinunciare a questi elementi comunque preziosi per il nostro organismo.

Secondo l’Organizzazione della Sanità in un’alimentazione corretta il 55% dell’energia totale deve provenire dai carboidrati. Ecco perché eliminarli del tutto non è corretto.

Scopriamo allora come poter consumare i carboidrati in maniera corretta e senza ingrassare. 

Ecco i consigli per consumare i carboidrati senza ingrassare

carboidrati senza ingrassare
pixabay

Partendo dal presupposto che mangiare non è solo nutrirsi ma anche un piacere non dobbiamo rinunciare del tutto a quello che ci piace. Basta solo scegliere il modo corretto di mangiare.

Ad esempio se molti pensano erroneamente che per perdere peso devono eliminare del tutto i carboidrati dalla dieta dovranno ricredersi. Infatti, basta solo seguire alcune piccole accortezze e potremo consumare lo stesso i carboidrati ma senza ingrassare. 

Chiaramente dovremo prestare attenzione sia alla qualità di quello che andremo a scegliere ma anche alle quantità. 

1) Sostituire i carboidrati raffinati con quelli integrali.

Quelli raffinati provocano un innalzamento rapido della glicemia nel sangue e il conseguente aumento dell’insulina che li trasforma in grassi. I cereali integrali invece grazie alle fibre contenute rallentano l’assorbimento degli zuccheri, fanno alzare meno in fretta la glicemia e donano un senso di sazietà maggiore rispetto ai cibi raffinati. Via libera allora, rispettando le dovute quantità, a pane, pasta, e prodotti da forno a base di farine integrali o miste.

2) Consumarli nella prima parte della giornata.

Assumere i carboidrati al mattino o a pranzo è importante perché abbiamo poi tutta la giornata per poi smaltirli. Se li assumiamo alla sera, o peggio di notte, invece si accumuleranno su fianchi e cosce e saranno più difficili da buttare giù.

3) Consumare anche legumi e verdure.

Se mangiamo prima di pranzo un piatto d’insalata, oppure prepariamo la pasta aggiungendo verdure o legumi aumenteremo il senso di sazietà grazie alle fibre assunte. Inoltre, rallenteremo l’assorbimento del glucosio.

4) Pasta al dente.

Già vi avevamo spiegato come consumare la pasta senza ingrassare. Oltre a questi consigli dovrete fare attenzione a cuocere la pasta al dente, questo perché ha un minor indice glicemico. Ciò stimolerà una minor produzione di insulina con una conseguente diminuzione di accumulo di grasso sul nostro organismo.

5) No ai carboidrati da soli.

Meglio abbinarli ad una porzione equivalente di proteine. Queste ultime, infatti, abbassano l’indice glicemico dei carboidrati evitando i picchi glicemici. Per l’organismo sarà più facile utilizzare i carboidrati come fonte di energia anziché accumularli sotto forma di grasso.

6) Evitare carboidrati a cena.

Dopo le 17 del pomeriggio dovremmo evitare il consumo dei carboidrati che invece avremo consumato in porzioni adeguate a colazione e pranzo. Se proprio non sappiamo come accompagnare il nostro pasto scegliamo delle alternative meno caloriche al pane o alla pasta. Ad esempio gallette di riso o di mais. Ed evitiamo i dolci di sera e soprattutto di notte.

Scopri anche come fare lo spuntino di mezzanotte senza ingrassare. 

Spuntino di mezzanotte
Spuntino di mezzanotte IstockPhotos

E soprattutto come evitare le abbuffate notturne: vere nemiche della perdita di peso.