Gnocchi di patate perfetti e che non si sciolgono in cottura? Ecco i trucchi

Fare gli gnocchi di patate può essere una vera e propria arte. Scopri come preparare gnocchi perfetti e che non si sciolgano in cottura: ecco i trucchi.

gnocchi patate
Adobe Stock

Quante volte ti sarà capitato di preparare gnocchi di patate ma poi al momento di cuocerli di ritrovarti con un poltiglia nel fondo della pentola? Fare gli gnocchi è considerata da alcuni, come come preparare la pasta fresca, una vera e propria arte.

E se nessuno ti ha tramandato una ricetta, o meglio, tutti i trucchi e i piccoli accorgimenti per preparare gnocchi di patate perfetti, sei nel posto giusto. Qui infatti vogliamo offrirti qualche spunto per preparare degli gnocchi impeccabili e che non si sciolgano in fase di cottura.

Uno degli inconvenienti infatti, quando si prepara questo primo piatto a base di patate è proprio questo, ovvero che gli gnocchi si sfaldino e si sciolgano in fase di cottura. Altre volte invece capita che vengano troppo duri. Ecco allora i trucchi per preparare gnocchi di patate perfetti.

Ecco i trucchi per preparare gnocchi di patate perfetti

gnocchi di patate
(Adobe Stock)

Troppi morbidi tanto da sciogliersi come neve al sole, o al contrario, così duri da non riuscire nemmeno a masticarli. Se i tuoi gnocchi di patate ti sono venuti in uno di questi due modi di sicuro hai sbagliato qualcosa.

Fare gli gnocchi di patate infatti, come tutte le cose fatte a mano, prevede alcuni piccoli ma utilissimi accorgimenti. Trucchi del mestiere che ti salveranno la vita e non ti faranno commettere quei banali errori che possono compromettere tutta una ricetta. Scopriamoli.

1) Scelta delle patate giuste. Non tutte sono uguali. Alcune sono più adatte per determinati tipi di preparazioni rispetto ad altre. Nel caso degli gnocchi quelle giuste sono quelle a pasta bianca, più ricche di amido e farinose. Questo permetterà di utilizzare poi meno farina quando si preparano. Meglio poi sceglierle un po’ più vecchie perché più povere d’acqua, questo permetterà di realizzare un impasto asciutto e che non si scioglierà in cottura.

2) Non pelare le patate prima di cuocerle. Molti fanno il grave errore di pelare le patate e poi metterle a bollire. Niente di più sbagliato se poi dovrete preparare gli gnocchi. La buccia infatti oltre a trattenere il sapore delle patate fa sì che le stesse non assorbano troppa acqua mentre cuociono. In questo modo si eviterà poi di aggiungere troppa farina per impastarli.

3) Temperatura delle patate. È bene lavorare le patate finché sono calde, se si aspetta troppo infatti rischiano di diventare appiccicose. Al contrario, per aggiungere la farina è invece meglio aspettare che diventino tiepide e non metterla finché sono bollenti.

4) Regolarsi con la quantità di farina. A volte per la paura che gli gnocchi si sciolgano in cottura si tende ad esagerare con la quantità di farina. Niente di più sbagliato. Se no volete gnocchi duri come sassi meglio regolarsi. La farina dovrà corrispondere all’incirca a un quarto della quantità di patate.

5) Non lavorare troppo l’impasto. Se non vogliamo ritrovarci con un impasto colloso meglio non spendere troppo tempo ad impastare. Lavorarli solo il necessario per amalgamare patate e farina.

6) Non mettere l’uovo. Ed ecco un altro degli errori grossolani che molti commettono, ovvero aggiungere l’uovo all’impasto. Non serve. Ricordatelo. L’uovo molti lo usano perché hanno paura che gli gnocchi si sciolgano in cottura, ma se avrete adottato tutti gli accorgimenti precedenti arriverete al punto che l’uovo non vi servirà assolutamente.

7) Farli con le righe e l’incavo sotto. Non si tratta di un vezzo. Perché se è vero che l’occhio vuole la sua parte e così i vostri gnocchi assumeranno anche un bell’aspetto, è anche vero che in questo modo saranno più leggeri e il sugo penetrerà meglio al loro interno.

8) Non aspettare troppo per mangiarli. Gli gnocchi vanno fatti e mangiati, altrimenti congelati. Se li lasciamo riposare in frigorifero per troppo tempo le patate rilasceranno l’amido e rovineranno la loro consistenza.

9) Cuocerli un po’ alla volta. Se non volete che i vostri gnocchi si attacchino sulla pentola o fra di loro evitate di cuocerne troppi insieme. Ideale è cuocerne una porzione per volta e quando vengono a galla scolarli con una schiumarola direttamente nel recipiente del condimento.

Ed ora non ci resta che preparare gli gnocchi.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di patate gialle
  • 300 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Iniziamo lavando le patate e facendole bollire con la buccia. Poi scolarle e sbucciarle. Quindi schiacciarle quando sono ancora calde. Aspettare invece che diventino tiepide per iniziare a incorporare la farina.

gnocchi perfetti
(Istock)

A mano a mano su una spianatoia aggiungiamo la farina e un pizzico di sale e impastiamo bene senza però esagerare per non rendere l’impasto colloso.

Quindi formiamo dei salsicciotti della dimensione di un dito circa e con un tarocco o un coltello tagliamo gli gnocchi. Poi un ad uno li passeremo sopra a un riga gnocchi o usiamo i rebbi di una forchetta. Quindi facciamo con il pollice l‘incavo dietro.

Man mano li stendiamo in un vassoio leggermente infarinato per non farli attaccare. Una volta pronti li cuociamo subito una porzione per volta e quelli che non mangiamo li congeliamo.

Qui trovate alcune ricette per prepararli nella classica versione alle patate con un condimento di funghi oppure usando la zucca al posto di una parte delle patate.