Buon compleanno a Vanessa Incontrada, paladina contro il body shaming

Oggi Paola Cortellesi spegne 47 candeline, Vanessa Incontrada 42. Le due bravissime attrici sono sempre impegnate sul set, da Macao e Super hanno fatto molta strada. Vanessa però è stata spesso presa di mira per via del suo corpo imperfetto ed ha fatto discutere per la sua scelta di copertina.

Vanessa Incontrada in un momento di relax. Fonte: Instagram.

I corpi imperfetti sono altri, diciamolo, ma il messaggio a sostegno della maggior parte delle donne è arrivato forte e chiaro. Alcuni si sono chiesti se si sentisse davvero il bisogno di una copertina del genere. Forse no ma è certo che di body shaming non si parli a sufficienza. La redazione di Vanity Fair ha centrato l’obbiettivo.

Nessuno ci può giudicare, ricordiamolo sempre

La discussa cover di Vanity Fair n. 40 con Vanessa Incontrada. Fonte: vanityfair.it.

La showgirl di origine spagnola ha ringraziato tutti su Instagram per gli auguri ricevuti per il suo compleanno e ve ne abbiamo parlato oggi.

Vanessa Incontrada contro il body shaming (la derisione del corpo altrui) è schierata da molto tempo ormai. Iniziò tutto dopo la sua prima – ed unica – gravidanza. Con il fisico cambiato radicalmente e la difficoltà nel perdere i chili presi, capì ben presto che non sarebbe più tornata come prima. Una donna può convivere con le sue nuove forme ma esser costretta a fare i conti con la pressione mediatica e gli haters è un altro discorso. Il marito Rossano Luarini l’ha sempre sostenuta e con le conferme lavorative in ambito cinematografico ricevute negli anni, Vanessa ha imparato ad accettarsi ed oggi si piace più che mai.

A questo proposito, ha fatto discutere la cover realizzata per Vanity Fair Italia uscita il 30 settembre che ad ottobre è stata ritratta in un murale a Firenze.

La presa in giro, le critiche distruttive, gli insulti, l’aggressività passiva attraverso il web, si perché per dirle in faccia le cose ci vuole coraggio e gli odiatori seriali ne hanno notoriamente poco. Vittime sono perlopiù le donne (famose e sconosciute) che a forza di subire hanno deciso di unirsi per combattere il bullismo.

Vanity Fair Italia contro il body shaming. Fonte: Instagram.

La libertà d’espressione resta intatta a patto che non si ferisca volontariamente qualcuno. Domani, 25 novembre, è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Violenza che è sia fisica che psicologica e che è intesa come violazione dei diritti umani.

Sotto Vanessa è con il bellissimo figlio Isal. Si dice realizzata e molto felice di chi è adesso, del suo corpo e della sua famiglia unita.

Vanessa Incontrada con il figlio Isal Laurini, 12 anni. Fonte: Instagram.

I canoni di bellezza femminile cambiano in ogni epoca. In quella che stiamo vivendo sono particolarmente difficili da raggiungere, o si ha una buona base di altezza, peso, proporzioni ecc. o si rischia di passare la vita insoddisfatte. La felicità prescinde da tutto ciò e “gli altri” troveranno sempre qualcosa per cui criticarvi. Fregatevene! A gente di poco conto rilevanza zero.

 

Silvia Zanchi