Covid, Bassetti su Genova: “Troppe critiche per la gestione pandemia”

Matteo Bassetti, Direttore del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, si è lasciato andare a un duro sfogo contro l’atteggiamento che la città ligure gli avrebbe riservato in merito alla gestione della pandemia sul territorio. Le sue parole al Secolo XIX.

Bassetti risponde agli attacchi della città di Genova (Instagram)
Bassetti risponde agli attacchi della città di Genova (Instagram)

“Questa città mi ha trattato come non mi sarei mai aspettato”, è duro l’attacco di Matteo Bassetti, Direttore del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, alla città ligure. Il Professore ribadisce: Non so se rimarrò qui a lungo dopo la pandemia, ma non per mia volontà. Vengo costantemente criticato da tutti per le mie scelte e il mio atteggiamento – sottolinea al Secolo XIX – sembra essere diventato lo sport cittadino. Ci manca solo che mi attacchino per i calzini che porto”.

Bassetti, in effetti, è fra i volti più esposti – a livello mediatico e professionale – durante la pandemia: lo vediamo spesso in tv a parlare della situazione COVID-19 per tirare le somme e fare un punto rispetto a dove siamo arrivati e soprattutto in relazione a quello che (come Paese) l’Italia può, e deve, ancora fare.

Genova, Bassetti non ci sta: “Attacchi ingiustificati sul mio operato”

Bassetti risponde alle polemiche sulla sua gestione della pandemia (Instagram)
Bassetti risponde alle polemiche sulla sua gestione della pandemia (Instagram)

Tuttavia non mancano gli attacchi su più fronti: dal modo di vestire, torna in auge infatti la questione relativa alle cravatte indossate che sarebbero prodotte da un’azienda che “ha fatto una grossa donazione al reparto”. Oppure in relazione alle regole di sanificazione per l’albergo della moglie, con un certificato definito “inopportuno” dal medico stesso. “Una parte di Genova non merita il lavoro che è stato fatto”, incalza Bassetti.

Il noto medico mastica amaro, ma ci tiene a ribadire: “Mi sono trovato molto bene a collaborare con il Governatore Toti. Non mi aspettavo, però, così tanto livore e cattiveria da parte di una comunità a cui ho dato e sto dando il massimo. Se c’è questo atteggiamento nei confronti di chi prova a fare qualcosa di nuovo, non stupiamoci se Genova va male”.

Bassetti precisa: “Potrei andarmene, con dispiacere”

Insomma, un vero e proprio sfogo che si conclude con una nota dolceamara: “Sono tornato qui perché avrei voluto che i miei figli crescessero in un posto che amo e ho amato alla follia, ma arrivati a questo punto o mi rassegno alla mediocrità, oppure me ne vado con il dispiacere nel cuore, chiosa Bassetti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Grazie a @mara_venier per l’ospitalità a @domenicainrai . Un intervista da incorniciare sul Covid con una conduttrice abile, preparata e con i toni a me più congeniali

Un post condiviso da Prof. Matteo Bassetti (@matteo.bassetti_official) in data: