Crescita Personale: ecco quali sono i 5 step per evolversi

La Crescita Personale è un percorso in 5 fasi che insegna alle persone ad evolversi in versioni migliori di sé: conoscerle tutte significa partire con il piede giusto.

fasi crescita personale
(Pixabay)

La crescita personale si caratterizza come un profondo lavoro su se stessi che ogni persona compie in maniera assolutamente individuale e che può essere mirato a obiettivi molto differenti, a seconda di ciò che una persona immagina come felicità.

Per quanto diversi possano essere la situazione di partenza e gli obiettivi che ognuno si pone, nella crescita personale ci sono diverse costanti. Una di essere è costituita dalle cinque fasi in cui si articola un percorso di questo tipo e che bisognerebbe comprendere a fondo per capire come affrontarle al meglio delle nostre possibilità.

Comprendere le 5 fasi della crescita personale

Crescita personale fasi
(Pixabay)

Dal momento che la crescita personale è un percorso, è normale che si articoli in fasi o piuttosto in tappe da attraversare e superare per raggiungere i propri obiettivi.

Avere un’idea globale di quali sono le fasi che andremo ad affrontare lungo il percorso potrebbe essere molto utile per migliorare la gestione delle nostre energie e l’approccio generale all’intero percorso.

1 – Il torpore

La fase 1 della crescita spirituale corrisponde in realtà a uno stato di completa stasi, in cui tutte le potenzialità del soggetto sono inespresse. 

Si hanno tante idee eppure non si riesce a metterle in pratica, si cominciano tanti progetti senza riuscire mai a portarli a termine, ci si sente così scoraggiati da non riuscire a vedere alcuna via di uscita dalla propria situazione.

In questo frangente la persona si cala completamente nel ruolo di vittima delle circostanze e sente di non avere in mano la propria vita.

ostacoli crescita personale
(Fonte: Chedonna)

2 – Il Risveglio

Ci si rende conto di essere intrappolati in una fase negativa delle propria vita ma che c’è un’alternativa, anche se appare ancora nebulosa, incerta e molto distante.

In questa fase si cominciano a fare molte domande, mettendo in dubbio le scelte che si sono compiute negli anni precedenti e chiedendosi “sono davvero felice?” oppure “è davvero questa la mia idea di felicità?”.

Ovviamente la risposta è no: nel momento in cui si deciderà di andare oltre e di rompere il circolo vizioso della propria vita si metterà in atto il risveglio.

3 – Trasformazione

La fase della trasformazione è il momento più faticoso in assoluto, dal momento che richiede grande impegno ma soprattutto grande forza di volontà per cambiare le cose e fare scelte diverse da quelle che avremmo fatto prima del risveglio.

In questa fase si potranno verificare molte perdite e molti eventi dolorosi, come delusioni, abbandoni, ripensamenti. Le persone di cui si è sempre stati circondati potrebbero giudicare la trasformazione in modo negativo e potrebbero decidere di allontanarsi dalla persona che si sta trasformando.

Si tratta di una scelta che le altre persone sono nel pieno diritto di compiere, ma che non dovrebbero influenzare o addirittura bloccare il processo di trasformazione, se questo viene considerato strettamente necessario.

4 – Accettazione

L’accettazione è già una fase molto avanzata del processo di crescita personale. Si manifesta nel momento in cui una persona si accetta com’è, cioè come un individuo che continuerà a trasformarsi per tutto il corso della sua vita, commettendo spesso molti errori ma compiendo anche molte scelte giuste e coraggiose, considerandole necessarie a raggiungere la felicità.

L’accettazione dei propri pregi e dei propri difetti è strettamente necessaria alla crescita personale ma più in generale al benessere psicologico di un individuo.

Uno dei più grandi pericoli della crescita personale, infatti, è quello di tentare di negare i propri difetti o i propri errori passati cancellandoli con un colpo di spugna e affermando “quella persona non sono più io”. La crescita personale è un processo di continua trasformazione, che deve tener conto della totalità di un individuo dal punto di vista psicologico senza assolutamente “sezionarlo” in aspetti positivi da accettare e aspetti negativi da rigettare.

5 – Ispirazione

La quinta delle cinque fasi della crescita personale è quella in cui ci si rivolge verso gli altri. Una persona che ha intrapreso un percorso di crescita dovrebbe, se possibile, ispirare altri individui a cominciare un percorso simile.

crescita personale illusioni
(Pixabay)

Bisogna tener sempre presente, però, che nella crescita personale si può insegnare il metodo ma non si può certo insegnare alle singole persone che tipo di felicità dovrebbero cercare nelle varie fasi della propria vita. Il pericolo maggiore nascosto in questa fase è proprio quello di vedere se stessi come possessori di una “verità rivelata” che in realtà nessuno può esprimere in quest’ambito specifico.

Potrebbe interessarti anche => Crescita personale: sai davvero di cosa hai bisogno per essere felice?