Mattarella premia gli eroi del covid: “Serve responsabilità collettiva”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito onorificenze agli eroi del covid. Scopriamo insieme chi sono e cosa è accaduto.

sergio mattarella
Sergio Mattarella (Instagram)

Si è svolta oggi al Quirinale la cerimonia di consegna delle onorificenze di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferite di propria iniziativa dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 3 giugno 2020, ad un primo gruppo di cittadini.

In questi lunghi mesi di pandemia bisogna dire che molte persone sono state in grosse difficoltà. Chi non non riusciva a sostenersi economicamente. Chi invece nella dura lotta contro il covid non riusciva nemmeno più a dormire.

Per tanto dalla presidenza della Repubblica è stato deciso di lanciare un messaggio simbolico di vicinanza dell’Italia tutta, che si stringe e cerca di affrontare il problema assieme, uniti.

I cittadini che sono stati chiamati a ricevere questa onorificenza appartengono agli ambiti più diversi.

Durante la cerimonia il Presidente si è poi lasciato ad alcune dichiarazioni molto importanti.

Il Presidente della Repubblica appena pochi giorni fa aveva lanciato un appello ulteriore per la giornata della salute mentale affinchè nessuno rimanesse indietro

Il Presidente Mattarella ed i simboli della lotta al covid

In questo caso, i riconoscimenti, attribuiti ai singoli, vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali.

Si è guardato infatti ad ambiti, professioni e provenienza geografica, per dare merito a quelle persone che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza del coronavirus.

Durante il suo intervento, il Presidente della Repubblica ha poi dedicato molteplici parole per la lotta al covid, su cui è notizia di pochissime ore fa la dichiarazione del Presidente Conte circa la disponibilità di alcune dosi di vaccino per dicembre.

“In questa fase serve la responsabilità collettiva, comportamenti diffusi, tutti siamo chiamati a contribuire e a sconfiggere la pandemia, con i comportamenti, le mascherine, il distanziamento” ha dichiarato.

Certo, non è semplice affrontare tutto ciò e magari questo gesto simbolico potrà destare qualche polemica.

Sicuramente però, il Presidente della Repubblica ha mostrato la propria vicinanza alla sua nazione in una fase difficile per molti così come conseguente al nuovo DPCM.

 

“Siamo chiamati ad una prova d’orgoglio” specifica il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Da leggere