Selvaggia Lucarelli contro Barbara: “Che vergogna, D’Urso cara”

Selvaggia Lucarelli si scaglia contro la D’Urso. I motivi? Un modo di fare televisione morboso e diseducativo: ecco quali personaggi ha preso di mira.

Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli (Instagram)

Selvaggia Lucarelli non ha mai amato la televisione trash e, di conseguenza, non può apprezzare il lavoro di Barbara D’Urso che, nel corso degli anni, si è guadagnata il titolo di regina del trash.

In particolare Selvaggia ha preso di mira una scelta televisiva molto recente fatta proprio da Barbara, cioè quella di dare molto spazio televisivo a Fabrizio Corona, coinvolto in una strana (e brutta) storia di maltrattamenti psicologici ai danni del figlio Carlos.

Secondo la giornalista però il modo di fare televisione di Barbarella, che conquista milioni e milioni di telespettatori ogni giorno, ha qualcosa di profondamente sbagliato e la giornalista non ha esitato a definirlo morboso.

Selvaggia Lucarelli: “Barbara D’Urso e i suoi modelli diseducativi”

Barbara d'Urso a Pomeriggio 5
Barbara d’Urso ridimensionata da Mediaset (Screen)

Barbara D’Urso occupa da sempre un posto d’onore del palinsesto Mediaset, per il quale in certi periodi è arrivata a condurre anche quattro programmi contemporaneamente.

Se l’enorme successo e l’immenso gradimento di pubblico di Barbarella non dovrebbero assolutamente mettere in discussione il suo posto d’onore nel cuore degli spettatori, Selvaggia Lucarelli ha voluto sottolineare come il fatto che i programmi della D’Urso siano molto seguiti non sia un buon segno per la salute culturale del paese.

Attraverso il suo attivissimo profilo Facebook Selvaggia ha scritto: “Credo che un giorno, quando finirà il suo momento, la signora dovrà interrogarsi sul perché della morbosa, sinistra attrazione per questi modelli diseducativi portati in tv per anni e chiedersi quanto abbia contribuito all’abbrutimento della fetta del paese più povera di strumenti” ha scritto Selvaggia, che nelle righe precedenti aveva fatto riferimento in particolare agli ospiti dell’ultima puntata di Live – Non È La D’Urso.

In particolare Selvaggia si è soffermata sul grande spazio mediatico concesso a Fabrizio Corona, che si è presentato in collegamento con lo studio di Barbara in uno stato visibilmente alterato.

Se le colpe di Fabrizio Corona sarebbero quelle di mettere in piazza “particolari tra lo squallido e il delicato delle condizioni psicologiche di suo figlio”quelle della D’Urso sarebbero molto più gravi, poiché sulle spalle della presentatrice ricade la responsabilità di quel che viene messo in onda durante le sue trasmissioni e dei messaggi che i suoi ospiti (e tutto il contesto) trasmette agli spettatori.

Nelle story di Instagram inoltre la giornalista aveva scritto: “Invitano gente borderline a parlare di un ragazzino che vive in una situazione borderline e “oddio ora scusa ti devo fermare!”. Che vergogna D’Urso cara. Che vergogna. E povero ragazzino”.

La Lucarelli sottolineava quanto fosse stato difficile per la D’Urso mantenere un atteggiamento neutrale: la presentatrice si è infatti precipitosamente dissociata da quello che Corona stava dicendo contro la sua ex moglie e in merito a suo figlio ma questo, per Selvaggia, non basta. Al contrario, si tratterebbe di un atteggiamento piuttosto ipocrita (il messaggio tra le righe sembra proprio questo). Avrebbe fatto meglio, la D’Urso, a rinunciare all’audience e a non dare spazio a personaggi diseducativi come Fabrizio Corona.

A completare il quadro, nelle sfere di Live nella scorsa puntata c’erano anche Iconize (che ha dovuto ammettere di aver finto un’aggressione omofobica per attirare l’attenzione), Fausto Leali (squalificato dal Grande Fratello per insulti razzisti) e Bello Figo (che si vantava del proprio essere superdotato). Questi esempi di personaggi diseducativi provocheranno, secondo Selvaggia Lucarelli,  “un danno culturale incalcolabile, con strascichi che si porteranno dietro non so quante generazioni”.