Come sostituire il soffritto: scopri come farlo più salutare

0
53

Come sostituire il soffritto? Avete mai pensato ad una ricetta alternativa che sia più salutare? Scopriamo come prepararla a casa.

Come sostituire il soffritto
Foto:Pixabay

E’ importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata per il benessere del nostro organismo. Quindi bisognerebbe porre molta attenzione quando si preparano le pietanze  e soprattutto il metodo di cottura.

A chi non piace cibi fritti, soffritti, ma non si possono mangiare regolarmente se non si vuole andare incontro a problemi di salute. Si sa che se si eccede con l’alimentazione e in modo frequente, si rischia di andare incontro a problemi come obesità, problemi cardiaci, aumento della pressione arteriosa e colesterolo alto.

Il soffritto è una delle ricette che spesso viene preparate tra le mura domestiche e non solo, che rientra nelle preparazioni che non andrebbero fatte con frequenza.

Ma come si può rinunciare ad un buon soffritto? Cerchiamo di capire come sostituire il soffritto in cucina.

Soffritto: perchè non bisogna eccedere

Come sostituire il soffritto
Soffriggere in padella Foto:Pixabay

Il soffritto è una delle preparazioni che spesso viene utilizzata in cucina, indispensabile per preparare diversi piatti dai primi ai secondi. Si può definire una preparazione base, che si può sostituire con una diversa che non è paragonabile al soffritto, ma è più salutare.

Il soffritto si prepara con diversi ingredienti che rende i vostri piatti davvero unici e a dir poco saporiti. Ma se non viene fatto in modo corretto potrebbe “rovinare” il piatto.

Quando si prepara un soffritto, l’olio che viene messo in padella o pentola, non andrebbe scaldato, soprattutto se si mette l’olio extra vergine, che esplica profumi e benefici a temperatura ambiente. Quindi la cottura potrebbe far perdere un pò delle caratteristiche sensoriali, ma non tutte, le variabili in gioco sono diverse.

Se non si fa attenzione, si rischia di far riscaldare troppo l’olio che arriverà al suo punto di fumo, non è semplice e veloce arrivarci ma a casa si può. A chi non è capitato di allontanarsi dal fornello per occuparsi di qualche altra faccenda, senza tener presente che l’olio stava iniziando a bruciarsi. Ricordatevi che se l’olio supera il punto il fumo si formeranno delle  sostanze dannose.

Se si decide di seguire un’alimentazione sana e regolare come si può sostituire il soffritto?

Preparare un soffritto più leggero, può sembrare una battuta, si può, ecco come.

Come preparare un soffritto “salutare”

Come sostituire il soffritto
Foto:Pixabay

Il soffritto, si può preparare in modo diverso dal solito, ricordiamo che il classico soffritto, si prepara così.

Per preparare il soffritto, dovrete tagliare a dadini piccolissimi la cipolla, poi lavate e asciugate la carota, dovrete eliminare bene l’estremità, e la tagliate nel senso della lunghezza e poi a cubetti piccolissimi. Infine dovete lavare ed eliminare i filamenti del sedano, tagliate solo la costa a striscioline e poi a dadini piccoli.

Prendete adesso la padella e mettete l’olio, lo lasciate riscaldare bene, poi unite il trito che avete tagliato, lasciate soffriggere senza coperchio per 15 minuti. Dovete girare con un cucchiaio di legno, non appena la cipolla sarà quasi trasparente, unite il vino bianco e lasciate sfumare.

In alternativa potete procedere in questo modo, utilizzate solo l’acqua, vino così da evitare che l’olio “soffrigga” nella padella.

Ingredienti

  • carota
  • costa di sedano
  • cipolla bianca
  • acqua q.b.
  • 1-2 cucchiai di vino bianco o rosso

Procedere tagliando la cipolla a fettine, le carote e il sedano, come se stesse facendo il soffritto, poi mettete nella padella con acqua, e riscaldate un pò.

Poi unite il trito, così si ammorbidiranno nell’acqua e la cucina sarà più salutare, però potete aggiungere il vino per dare un sapore più deciso al soffritto.

Non appena l’acqua sarà assorbita dal trito, unite ad esempio il pomodoro o qualche altro ingrediente come i piselli se dovrete preparare pasta e piselli, o le patate e così via.

L’olio extra vergine mettetelo al crudo prima di servire così da poter garantire al massimo le qualità dell’olio senza alcuna alterazione. In questo modo l’olio non raggiungerà mai temperature elevate ed è quindi avrete un soffritto salutare.

In alternativa potete procedere in questo modo, magari se preparate dei contorni o secondi piatti, si preparare in parte il vero soffritto. Immaginate di dover preparare un piatto con pomodori e cipolla, magari dovete cuocere della carne o del ragù, seguite il nostro consiglio.

Mettete nelle padella l’acqua e la cipolla affettata finemente o tagliata a dadini, poi non appena l’acqua si sarà assorbita aggiungete un pò di olio. Lasciate soffriggere poco e a fiamma bassa, aggiungete il pomodoro.

Con questo metodo, l’olio con la cipolla e acqua non riesce a raggiungere temperature alte e il piatto sarà più salutare.

Consigli utili

Come sostituire il soffritto
Cucinare in modo salutare Foto:Unsplash

A prescindere dal metodo che utilizzerete per preparare questo soffritto salutare, ricordate sempre di porre attenzione sulla scelta delle materie prime. Solo in questo modo otterrete un piatto buono e salutare.

Inoltre all’olio va posta più attenzione, dovete assolutamente utilizzare quello extra vergine di qualità, che come tutti sanno apporta diversi benefici al nostro organismo. Non solo l’olio extra vergine conferisce un sapore delicato e particolare ai vostri piatti, potremmo definirlo un profumo alimentare.

Ricordate inoltre di utilizzare una padella o pentola di qualità, in quest’ultimo caso deve essere con fondo spesso e di acciaio inox.  In questo modo garantire una buona cottura senza il rischio che si possano attaccare le verdure.

Preparando un soffritto più salutare, riuscite a mantenere inalterato il sapore delle verdure, non eccedete con l’olio, magari potete spendere qualcosina in più per un olio di buona qualità. Il piatto sarà sicuramente più digeribile e non solo manterrete il corpo in linea e l’organismo in benessere.

Cimentatevi voi, non è difficile e fateci sapere come è andata!