Nuovo DPCM: quali sono le disposizioni contro il Coronavirus di Ottobre

0
113

Gli ultimi aggiornamenti sul nuovo DPCM di Ottobre per contrastare il Coronavirus in Italia: chiusure anticipate e mascherine.

nuovo DPCM
i dati dei contagiati di Coronavirus non accennano a fermarsi (fonte: Pexels)

I casi di Coronavirus non accennano a fermarsi, sia in Italia che nel resto del mondo.

Mentre i contagi aumentano e gli ospedali iniziano a dare i primi segni di crisi, il governo punta ad emanare un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri: il DPCM.

Scopriamo insieme quali sono le nuove disposizioni che, con molta probabilità, verranno attutate ad Ottobre.

Nuovo DPCM: cosa aspettarsi da Ottobre 2020

La lotta al Coronavirus è ben lontana dall’essere finita: lo dimostrano l’aumento preoccupante di numeri in tutta Europa ed il numero, veramente spaventoso, di vittime nel mondo.

Di pochi giorni fa la notizia che nel Lazio le mascherine sono tornate obbligatorie per tutti gli spostamenti all’aperto: è già così anche in Calabria, Campania e Sicilia.
Inoltre dal Veneto non arrivano buone notizie: è probabile, quindi, un ritorno delle misure restrittive più estreme.

I numeri dei contagiati, infatti, è già intorno a più di duemila al giorno.

Giuseppe Conte, sul suo profilo Instagram, chiede di non disperdere i risultati sin qui raggiunti e si prepara, forse, a mettere in atto nuove disposizioni di contenimento.

Secondo le indiscrezioni riportate da Il Messaggero, un nuovo DPCM potrebbe essere presentato alla Camera dei Deputati già il prossimo martedì.
Ecco quali sono i possibili punti:

  • obbligo di indossare la mascherina all’aperto su tutto il territorio italiano
  • chiusura anticipata per tutti i locali che possono creare assembramenti
  • chiusure o forti limitazioni per centri estetici e palestre
  • circolazione su autobus e treni solo con posti a sedere occupati dell’80%

E, se i casi dovessero salite oltre le tremila unità al giorno il governo probabilmente integrerà di nuovo:

  • distanza di sicurezza tra tavoli e commensali nei locali al chiuso
  • chiusura anticipata alle 22.00 per tutti i ristoranti, pub e bar

La situazione, quindi, è tornata ad essere veramente molto seria.

In Puglia, spaventa l’ultimo conteggio che parla di 151 malati tra cui anche un frate della Basilica di San Nicola dove sono state immediatamente sospese tutte le funzioni.

In Sicilia sono, invece, 85 i nuovi casi registrati.

Questi numeri si vanno ad aggiungere, quindi, ai numeri dei positivi totali in Italia: 57.429 sono i contagiati di Coronavirus che ci sono attualmente nel nostro paese.
Di questi 303 si trovano in terapia intensiva, mentre 3.287 sono ricoverati nei reparti ordinari.
I pazienti in isolamento domiciliare sono, invece, 1.173.

nuovo DPCM
fortunatamente ora siamo più preparati a curare il virus (fonte: Pixabay)

Confrontarsi con i dati, in questo momento è fondamentale:
Per quanto la prospettiva di un nuovo lockdown nazionale è stata e continua ad essere smentita, c’è la possibilità che vengano attutate mini-quarantene regionali.

Importante è, soprattutto, proteggere noi stessi e gli altri: nessuno è immune da questo virus, come ci ricorda la triste storia di Fabio.