Allerta Coronavirus: nel Lazio torna l’obbligo di mascherina all’aperto

0
42

I casi di contagio continuano ad aumentare: l’allerta coronavirus non si ferma. Nel Lazio obbligatoria da domani la mascherina anche all’aperto.

allerta coronavirus
i casi di positività nel mondo (fonte: Pexels)

Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in una conferenza stampa tenutasi all’ospedale Spallanzani.

Da domani, nel Lazio, tornerà ad essere obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto.

Tutti i dettagli.

Allerta Coronavirus nel Lazio: obbligatoria la mascherina anche all’aperto

allerta coronavirus
torna obbligatoria la mscherina all’aperto (fonte: Unsplash)

Di certo, il Lazio non è la prima regione ad aver ripristinato la mascherina.

Da fine Settembre l’obbligo era scattato per gli abitanti di Campania e Calabria mentre solo due giorni fa anche in Sicilia la mascherina è tornata obbligatoria.

Anche in alcune città come Genova, Formia e Foggia ad esempio, l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione anche all’aperto era scattato a Settembre.

L’ordinanza prevede che, ad essere esclusi dall’obbligo, siano i bambini sotto i sei anni e le persone che praticano attività fisica.
Chiunque venga individuato senza mascherina incorrerà in una sanzione, anche piuttosto salata.

La notizia non stupisce: i numeri dei contagi in Italia ed in Europa preoccupavano molto.

Nel mondo, il numero dei casi ha superato una cifra veramente impressionante: queste misure sono, quindi, estremamente necessarie.

Nel frattempo il test salivare dello Spallanzani è stato messo a punto ed è pronto per essere utilizzato; una buona notizia per tutti gli studenti.
A quanto pare, infatti, sono le scuole (e la loro riapertura) le principali responsabili dell’innalzamento del numero di contagi.

La mancanza di banchi monoposto crea polemiche sessiste e aguzza l’ingegno dei dirigenti scolastici nelle scuole; gli ospedali invece sono sotto pressione.
Ieri i nuovi casi di Coronavirus a Roma erano 151: i posti, soprattutto quelli per le terapie intensive, cominciano a diminuire drasticamente.

Zingaretti, comunque, per ora rassicura la popolazione. Nel Lazio non ci saranno chiusure anticipate per gli esercizi pubblici ed i negozi.

I controlli, però, saranno tanti soprattutto nei quartieri della cosiddetta movida: Trastevere, San Lorenzo, Pigneto e centro storico.

allarme coronavirus
misurazione della febbre (fonte: Pexels)

E se il prolungamento dello stato di emergenza sembrava una misura più che altro contenitiva, adesso sappiamo che il rischio non è passato.

I casi continuano ad aumentare, colpendo personaggi piuttosto famosi sia in Italia che all’estero.

La prevenzione è importante: nessuno, infatti, è immune alle estreme conseguenze del Coronavirus.
La triste storia di Fabio ne è la conferma.