Abito da sposa: curiosità e tradizioni sull’abito del grande giorno

0
53

Nel giorno più importante della nostra vita deve primeggiare fra tutti. L’abito da sposa ha però una lunghissima storia e molteplici curiosità tutte da scoprire. 

tendenze abito da sposa 2021
(fonte: Pexels)

Dopo il matrimonio di Elettra Lamborghini e le prime foto del suo bellissimo vestito, a noi tutte si sarà accesa la curiosità di scoprire qualcosa in più su questo capo di abbigliamento.

Ovviamente il nostro abito da sposa deve essere perfetto ed adatto al nostro fisico, quindi la prima curiosità da scoprire è come scegliere il vestito in base al nostro fisico.

Altro aspetto non di poco conto è la prova dell’abito.

Il panico totale ci può assalire se non sappiamo come destreggiarci durante la fase di ricerca e di prova degli abiti.

Infatti per essere quanto più serene possibile nella scelta del proprio abito ci sono alcuni consigli da osservare.

In fin dei conti, però, conosciamo bene le origini del tanto bramato abito dei sogni? Scopriamo qualcosa in più.

Abito da sposa: origini e curiosità

sposa abito perfetto
Photo AdobeStock

Le origini dell’abito da sposa risalgono ai tempi dell’antica Roma.

In quel tempo infatti l’abito da sposa non era altro che una toga legata in vita da una cintura rossa, la quale veniva utilizzata per distinguere la sposa dalle altre invitate.

Alcuni racconti dell’epoca parlano anche di toghe rosse che potevano essere utilizzate in alcuni casi. Il colore così acceso fu ripreso anche nel Medioevo, epoca in cui il vestito indossato per le nozze era rosso a simboleggiare amore ardente e cucito con stoffe preziose che ci rimanda un po’ ai vestiti di nozze del mondo orientale.

Successivamente nel periodo napoleonico, il colore rosso fu poi sostituito da colori pastello molto più candidi.

Infine poi si sviluppò la moda del bianco puro. La prima donna ad indossare un abito da sposa bianco fu Anna di Bretagna alle sue nozze con Luigi XII.

Iconico fu poi il vestito della seconda donna ad indossare il bianco, la regina Vittoria, che nel 1840 sostituì un modello candido a quello d’argento fino ad allora usato nei matrimoni regali. Fu proprio la regina Vittoria a lanciare la moda dell’abito nuziale bianco, che è poi giunta fino ai giorni nostri con le nuove tendenze.

Oltre alla storia è affascinante conoscere anche le varie tradizioni che circondano con un velo di magia l’abito più importante della nostra vita.

Innanzitutto anticamente il bouquet era composto da erbe aromatiche o addirittura, in alcuni casi, da aglio, cipolla e peperoncino, poiché si riteneva che queste piante potessero tenere lontani gli spiriti maligni e salvaguardare la nascita e la prosperità della nuova famiglia. Nella tradizione contemporanea esso va acquistato dal futuro sposo come ultimo regalo per la propria amata prima del matrimonio.

Soprattutto in questo caso non ci dimentichiamo della tradizione che più di tutte coinvolge le amiche della sposa.

Alla fine del ricevimento, infatti, la sposa lancerà il suo bouquet a un gruppo di invitate nubili. Una di loro, prendendolo al volo durante il lancio, avrà la fortuna di essere la sposa immediatamente successiva. 

Una ulteriore curiosità intrinseca nel mistero consiste nel fatto che la sposa non dovrebbe mai guardarsi allo specchio con l’abito il giorno delle nozze, a meno che non abbia tolto prima una scarpa, un guanto oppure un orecchino.

Per quanto riguarda il velo, oltre ad essere un simbolo di purezza, esso veniva indossato dalla sposa prima della cerimonia anche come protezione dal malocchio.

Non manca nel nostro approfondimento la tradizione più diffusa ed universalmente conosciuta secondo cui, il giorno delle nozze, la sposa debba indossare 5 particolari accessori.

In primis una cosa nuova, simbolo della nuova vita che sta per iniziare. Poi una cosa prestata, simbolo degli affetti che durano nel tempo, si continua con una cosa regalata, simbolo delle cure delle persone care. Ed infine una cosa vecchia, simbolo del proprio passato, ed una cosa blu, simbolo di sincerità e purezza della sposa.

Inutile ricordarvi che, prima di entrare in chiesa, dovrà essere il papà della sposa o chi ne fa le veci ad abbassarle il velo e a condurla all’altare, per poi affidarla al futuro marito.

Il fortunato, prima che la cerimonia abbia inizio, solleverà il velo e bacerà la sposa sulla fronte o sulla guancia, a simboleggiare una nuova e più profonda conoscenza, prima dell’unione ufficiale.

abito sposa
(Istock Photos)

L’abito da sposa nasconde una magica storia di mistero e tradizioni che parte dall’antica Roma tutte da scoprire prima del proprio grande giorno.