Coronavirus | Torna l’incubo a Pechino chiuse scuole e cancellati voli

0
7

A Pechino torna l’incubo del Coronavirus. Da oggi chiusura delle scuole e cancellato il 70 per cento dei voli.

coronavirus torna incubo pechino
Adobe Stock

In Cina torna l’incubo del Coronavirus, in particolare a Pechino. La capitale cinese ha infatti innalzato il livello di allerta dal terzo al secondo grado chiudendo le scuole da oggi.

Non solo, vista la situazione di emergenza sono stati cancellati anche il 70 per cento dei voli e pesanti restrizioni anche sugli altri trasporti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | In Cina si procede a un nuovo lockdown VIDEO

L’annuncio è arrivato dopo che a Pechino si sono registrati oltre nuovi 100 casi di Covid-19 e individuato un focolaio nel mercato di Xinfadi.

A Pechino torna l’incubo del Coronavirus dopo focolaio nel mercato di Xinfadi

torna incubo coronavirus cina pechino
Mercato cinese (Adobe Stock)

Nuova ondata di contagi a Pechino tanto da far tornare l’incubo Coronavirus nella capitale cinese. Dopo aver scoperto il focolaio nel mercato di Xinfadi il più grande della megalopoli si è scelto di chiudere.

In particolare sono stati individuati 106 nuovi casi, una situazione estremamente grave che ha segnato il record di contagiati da due mesi a questa parte.

Per bloccare subito questo nuovo focolaio già da sabato erano scattate alcune misure preventive, tra queste la chiusura del mercato in questione ma anche di 11 quartieri residenziali della zona.

La chiusura poi è stata estesa prima ad altri 10 quartieri arrivando così al lockdown di 21 zone della capitale cinese considerate a rischio. E infine anche ad altre aree per un totale di 29 zone off limits e costrette alla quarantena. 

Non solo, torna ovviamente l’obbligo della mascherina, da indossare nelle aree affollate e nei luoghi chiusi ma anche del distanziamento sociale.

Tra le misure restrittive anche una nuova chiusura delle scuole primarie e secondarie. Per gli studenti riprenderanno quindi le lezioni online. Anche gli universitari non potranno andare in aula. Aperti invece gli uffici anche se è favorita la modalità smart working. 

Difficoltà anche nei trasporti e spostamenti. Chi vive nelle zone a medio o alto rischio di contagio non potrà spostarsi. Potrà invece uscire chi vive nelle altre aree ma solo dopo essersi sottoposto con esito negativo al tampone entro sette giorni dalla partenza.

Inoltre a Pechino cancellati oltre 1250 voli, che equivalgono al 70 per cento del totale. 

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Torna la paura: in Cina 17 nuovi casi

torna coronavirus cina
Adobe Stock

Le ricadute negative non riguardano solo i voli aerei ma anche gli altri tipi di trasporto. Ad esempio è vietato uscire dalla capitale ai taxi e ai servizi di ride-sharing. 

Sospesi anche i bus a lunghe percorrenze che collegano Pechino alla vicina provinca dell’Hebei e quella di Shandong.