Whitney Houston | Arriva il primo biopic ufficiale: regista da Oscar

La vita di Whitney Houston non è mai stata raccontata: forse il film diretto dal regista di Bohemian Rapsody dirà (finalmente) la verità.

Whitney Houston
Whitney Houston (Fonte: Instagram)

Considerata una delle più grandi artiste pop di tutti i tempi e una delle migliori voci nere della storia, Whitney Houston nel corso del tempo si è trasformata in una vera e propria icona.

La sua storia personale estremamente travagliata e soprattutto legata a figure di dubbia positività come sua madre, suo padre e suo marito, ha dato origine a diverse narrazioni cinematografiche.

Nel 2015 fu realizzato il primo film tv che si intitolò semplicemente “Whitney”, poi arrivarono i due documentari del 2017 e del 2018 intitolati rispettivamente “Whitney: Can I Be Me?” e di nuovo soltanto “Whitney”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: La scoperta sulla morte di Whitney Houston

Quest’anno, in un momento di estrema difficoltà per l’industria cinematografica mondiale, qualcuno ha deciso di raccontare di nuovo la storia di una delle anime più tormentate della musica mondiale.

Il nuovo progetto è stato affidato allo sceneggiatore di Bohemian Rapsody, Anthony McCarten e sarà diretto dalla regista Stella Meghie. La sceneggiatura di McCarten è stata approvata dalla casa produttrice di Whitney e dalla Whitney Houston Estate.

Perché questo film sarà diverso dai precedenti?

Il nuovo film su Whitney Houston scritto dallo sceneggiatore di Bohemian Rapsody

Whitney Houston film
Whitney Houston, Stella Meghie, Anthony McCarten (Fonte: Instagram)

Con ogni probabilità è stata proprio la casa di produzione Whitney Houston Estate, insieme all’alta grande casa di produzione Primary Wave a chiedere, finalmente, un film che raccontasse in maniera veritiera e completa la vita della Houston.

Per offrire al pubblico un prodotto di assoluta qualità non si è badato a spese, affidando la sceneggiatura a uno dei professionisti più acclamati degli ultimi anni. Anthony McCarten ha consegnato alla storia film come I Due Papi, Bohemyan Rapsody, Darkest Hour, La Teoria del Tutto. In ognuno di questi film gli attori protagonisti sono stati nominati agli Oscar (Jonathan Pryce e Antony Hopkins per I Due Papi) oppure hanno vinto l’Oscar come migliora attore protagonista (Rami Malek che ha interpretato Freddie Mercury, Gary Oldman che ha interpretato Winston Churchill, Eddy Redmayne che vestì i panni di Stephen Hawkins).

Lo sceneggiatore (che sarà anche produttore per il film su Whitney Houston) ha vinto invece quattro Oscar e due nomination ai BAFTA.

Oltre ad aver curato l’acclamato biopic Bohemian Rapsody, McCarten ha anche scritto il libretto per un musical di Broadway di prossima uscita, che sarà incentrato sulla vita artistica e personale del cantautore Neil Diamond.

È chiaro quindi che Anthony McCarten sia perfettamente in grado di raccontare la vita di personalità particolari, restituendole al pubblico in tutta la loro eccezionalità.

Si spera che lo sceneggiatore riesca a fare lo stesso anche con il personaggio di Whitney Houston, dalla cui storia i media attingono da decenni nel tentativo di tirar fuori un ennesimo particolare scabroso.

Il film del 2018 fece crude rivelazioni in merito al ruolo della madre e del padre di Whitney Houston nella nascita e nello sviluppo dei problemi psicologici della star la quale, negli anni della sua infanzia, fu anche vittima di abusi sessuali.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Il libro shock della madre di Whitney Houston

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Whitney Houston (@whitneyhouston) in data:

Inevitabilmente, della storia raccontata nel film, che si intitolerà I Wanna Dance With Somebody, farà parte che il marito di Whitney, Bobby Brown, che venne lasciato completamente fuori dal testamento della cantante a causa delle continue violenze familiari di cui la donna fu vittima nel corso del matrimoni con Brown. Dal marito Whitney ebbe una figlia: Kristina Bobbie Brown, morta giovanissima pochi anni fa.

Da leggere