Taglio post quarantena | Il caschetto sarà il più gettonato

0
80

I parrucchieri non hanno dubbi. Sarà il caschetto il taglio di capelli più gettonato post quarantena. Lungo, medio e corto. Scopriamolo insieme nelle sue varianti.

caschetto post quarantena
Foto Adobe Stock

Una cosa è certa. Tutte noi non vediamo l’ora che riaprano i parrucchieri. In questi giorni di quarantena ci abbiamo provato e riprovato a mantenere la chioma ordinata. Tra spuntatine e ritocchi di colore fai da te abbiamo fatto del nostro meglio ma i risultati?

I tutorial ci sono venuti in soccorso ma di certo l’effetto finale non è stato come una vera seduta dal nostro hair stylist di fiducia. E intanto che aspettiamo quel fatidico giorno scopriamo quali sono le tendenze sui tagli per l’estate 2020.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Tinta capelli a casa: i consigli dell’Hair Stylist 

I parrucchieri non hanno dubbi. Il taglio più gettonato post quarantena sarà il caschetto in tutte le sue varianti. Lungo, medio e corto declinato in tutte le nuances, il bob la farà da padrone.

Il caschetto sarà il taglio preferito post quarantena

caschetto post quarantena
Foto Adobe Stock

Un taglio di capelli che non passa mai di moda e che risulta sempre di tendenza grazie alle sue infinite interpretazioni. Il caschetto è dagli anni ’20 considerato un must dell’acconciatura. Il bob, in tutte le sue varianti, è per i parrucchieri il taglio che si presta ai più diversi styling, dal liscio all’ondulato fino al riccio.

Importante sarà fare attenzione ai volumi per evitare che la nostra acconciatura diventi gonfia con un effetto ‘casco’ tipica dei bob anni ’60. A seconda quindi della piega che si sceglie bisognerà optare per una diversa scalatura.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Capelli | Le nuove tendenze Primavera-Estate 2020

Per un bob estremamente liscio la chioma va scalata pochissimo. Per le onde occorre sfilare un po’ di più così da dare movimento all’acconciatura. Mentre per il riccio occorrerà sfoltire.

Il caschetto si può portare inoltre, con o senza frangia. Per non farlo del tutto pari, se la frangia non ci convince, possiamo scegliere la via di mezzo con una banda laterale. Una soluzione che spezzerà quell’effetto piatto ma al tempo stesso non ci impegnerà con una frangia difficile da portare se non si hanno i capelli più che lisci. Una scelta che andrebbe fatta, in ogni caso, anche in base alla forma del proprio viso.

Sulle lunghezze, invece, si può variare molto. Il bob può infatti oscillare dal corto estremo, a quello altezza mento, fino ad arrivare ad un taglio che sfiora le spalle, più lungo e quindi di più facile gestione.

caschetto post quarantena
Alessia Marcuzzi (Foto profilo Instagram @alessiamarcuzzi)

Inoltre, si potrà optare per un taglio ultra pari e netto che meglio si adatta a una piega liscia o per uno leggermente sfilato che dà morbidezza e femminilità al viso come quello di Alessia Marcuzzi.

Sulle nuances infine ci si può sbizzarrire su più fronti. Si potrà infatti, scegliere di dare luce con delle schiariture nei bob mossi o sfumare partendo da una radice scura fino ad arrivare ad un colore più chiaro sulle punte.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Taglio capelli, ad ogni tipologia di viso il suo

Insomma non ci resta che fare il conto alla rovescia per tornare finalmente a far rivivere la nostra amata chioma.

di Cristina Biondi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Oggi questa giornata meravigliosa mi ha ispirata🌞 La prima o la seconda? #ditevoi❤️ Buona domenica🌸

Un post condiviso da Karina Cascella (@karinacascella) in data: