Scopri perché corri in bagno dopo aver bevuto una tazza di caffè

0
56

Anche tu corri in bagno appena dopo aver bevuto il caffè la mattina? Scopri cosa ha scoperto un team di  ricercatori americani a riguardo.

caffè
Tazzina trasparente con caffè – Fonte: iStock photo

Succede solo a 3 persone su 10, questo è quanto emerge da uno studio condotto da un team di esperti americani per scoprire perché alcune persone corrono immediatamente in bagno dopo aver bevuto una tazza di caffè. Pensi che la caffeina sia la colpevole? Ti sbagli.

Sullo stesso argomento >>>> 5 motivi per cui dovresti mettere del burro nel tuo caffè

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Caffè ed effetto lassativo, ecco a cosa si deve

Caffè lassativo
Photo Collage Istock

Bere una tazza di caffè è una delle prime azioni che compiamo la mattina al risveglio. L’effetto della sua carica è immediato e molti non riuscirebbero a iniziare la giornata senza. In realtà non tutti sanno che sembrerebbe che il caffè andrebbe preso in un orario preciso per godere del suo effetto sprint, altrimenti potrebbe avere un effetto addirittura contrario, scopri di più in questo articolo: Bere il caffè al mattino tra le 8 e le 9 è un errore da non fare! .

Orologio a parte il caffè viene assunto da almeno 3 persone su 10 appena svegli per il suo effetto lassativo che la maggior parte delle persone attribuisce erroneamente alla caffeina, ma la ricerca ha dimostrato che anche il caffè decaffeinato avrebbe lo stesso effetto lassativo. Perchè?

Dal punto di vista nutritivo, un espresso ottenuto con circa 6 grammi di caffè macinato contiene una caloria,  77% di grassi, 23% di proteine, potassio e dai 50 ai 120 milligrammi di caffeina. La caffeina è un alcaloide, uno stimolante del sistema nervoso centrale e ha un ruolo marginale in quanto ad azione lassativa, perché si limita a favorire la distensione dei muscoli intestinali, come un decaffeinato, quindi è più probabile che il caffè influenzi l’umore e migliori la prontezza mentale piuttosto che risolvere i tuoi problemi di stitichezza.

Gli scienziati dell’American Chemical Society in un video della serie “Reactions. Everyday Chemistry”, ripeso dal Washington Post hanno spiegato che l’effetto lassativo del caffè deriva dalla combinazione di 3 fattori:

1/ Acidità

La prima cosa che hanno scoperto è che l’effetto lassativo è dovuto all’acidità del caffè. Il caffè aumenta l’ acido nello stomaco che, grazie all’acido clorogenico, attiva le sue funzioni. L’acido del caffè fa sì che il corpo digerisca il cibo più velocemente. Questa ipotesi è stata confermata da un ulteriore studio presentato lo scorso Dicembre alla Digestive Disease Week a San Diego, California, intitolato: “ Impatto del caffè sull’intestino: uno studio sui ratti mostra che il caffè cambia il microbioma intestinale e migliora la capacità di contrazione dell’intestino”.

2/Gastrina

Bere caffè aumenta anche il livello di gastrina, una proteina secreta dallo stomaco che rilassa i muscoli del retto.

3/ colecistochinina

Il caffè aumenta anche il livello di colecistochinina, un ormone gastrointestinale peptico secreto dal rivestimento del duodeno (il primo segmento dell’intestino tenue). Questo ormone rilascia enzimi biliari e regola lo svuotamento del corpo.

Ti potrebbe interessare anche >>>> Bere il caffè con la cannella apporta 5 benefici alla salute

caffè
Caffettiera con caffè – Fonte: iStock photo

Avvertenze: consumare moderatamente caffè in caso di malattia da reflusso gastroesofageo, poichè l’aumento dell’acidità gastrica potrebbe peggiorare i sintomi tipici del reflusso come il bruciore retrosternale o il dolore epigastrico. Chiedere sempre il parere del proprio medico curante.