Dolci di Pasqua | Salame del Papa

0
29

Pasqua è soprattutto una festa di tradizione e l’Italia è piena di dolci pasquali eccellent, come il Salame di Papa, cioccolato allo stato puro.

La tradizione popolare dice che quando una mangia bene, ‘mangia da Papa’. E forse proprio da questo prende nome il Salame del Papa, un dolce tradizionale piemontese, in particolare nella zona delle Langhe. Un salame dolce, che unisce sapori intensi come quelli del cioccolato, delle nocciole e degli amaretti.

Una volta era servito quando arrivavano ospiti, accompagnato da un bicchierino di Vin Santo, passito oppure Marsala. Adesso potete prepararlo quando volete e servirlo alla fine di un pasto oppure per la merenda dei bambini.

Salame del Papa, ricetta tipica piemontese

nocciole
Fonte: iStock photo

 

Il Salame del Papa non contiene uova (anche se ci sono ricette che ne prevedono uno). Quindi può essere conservato in frigorifero almeno per 2-3 giorni.

Ingredienti
250 g amaretti o biscotti secchi
100 g zucchero
160 g burro
120 g nocciole tostate
80 g cacao amaro
1 bicchierino di Marsala
1 tazzina di caffè

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Biscotti con noci e fichi | ricetta dolcissima

Preparazione

Cominciate unendo il Marsala con la tazzina di caffè e mettete a bagno lì dentro metà degli amaretti o biscotti. Mescolate facendoli diventare una crema. A parte tritate finemente l’altra metà dei biscotti. Poi montate il burro già ammorbidito con lo zucchero e aggiungete anche il cacao con le nocciole (intere oppure tagliate e metà. Quindi i biscotti tritati insieme a quelli ammollati nel liquidi di Marsala e caffè.

cacao amaro
Fonte: Istock

Mescolate con un cucchiaio di legno o una spatola, per ottenere un composto uniforme, quindi rovesciatelo su un foglio di alluminio o carta forno. Modellatelo a forma di salame, poi avvolgetelo nella carta e tenetelo in frigorifero per almeno 10-12 ore. Quando lo tirate fuori spolverizzatelo con dello zucchero a velo prima di servirlo. Se la stagione non è calda, meglio tirarlo fuori dal frigo almeno mezz’ora prima del servizio.