Coronavirus | Matrimoni cancellati: come ottenere i rimborsi

0
62

L’emergenza Coronavirus ha, tra le altre cose, provocato l’obbligatorio annullamento di tutte le cerimonie, inclusi i matrimoni. Che cosa può fare chi aveva già organizzato l’evento?

matrimonio annullato
Foto da Pixabay

Il Coronavirus ha intaccato la quotidianità di tutti gli italiani, nelle piccole come nelle grandi cose.

Andare a cena fuori, un sabato sera al cinema, un aperitivo in centro sono divenuti comportamenti da evitare e lo stesso si può dire anche di eventi più importanti e impegnativi.

Tra le prime “vittime” del Coronavirus ci sono infatti matrimoni e funerali, riti importanti e sentiti che dovranno a attendere per il pericolo contagio.

Per quanto concerne le esequie, esse potranno avere luogo alla presenza di una ristretta cerchia di persone e la benedizione della salma avverrà direttamente al cimitero. Anche qui però d’obbligo rispettare le distanze di sicurezza fra gli astanti, evitando dunque i contatti fisici: aboliti abbracci, baci, strette di mano e variegati di cordoglio un po’ troppo intimi.

E i matrimoni? Proviamo insieme a capire meglio come sarà possibile comportarsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Organizzazione matrimonio | Il wedding diary per prenderti i giusti tempi

Matrimonio annullato causa Coronavirus: come ottenere un rimborso

annullamento matrimonio
Foto da Pixabay

Se un funerale per ovvi motivi non può esser rimandato, un matrimonio è cosa diversa.

Il dispiacere è naturalmente tanto ma, di simili tempi, scendere a compromessi è quasi un dovere.

Tutto sta naturalmente nel comprendere come scendere a compromessi. Quali sono le mosse giuste? Quali i dettagli a cui prestare attenzione?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Matrimonio| La check list degli sposi: cosa fare il giorno prima

Il primo step sarà decidere il da farsi: va bene rimandare la cerimonia?

Qualora la risposta fosse sì, si potrà procedere attraverso accordi privati fra i futuri sposi e i proprietari di ristoranti, di agenzie viaggi, i fiorai e il resto del team organizzativo: trattandosi di un semplicemente rinvio dell’evento gli acconti potrebbero facilmente esser congelati e riutilizzati quando le circostanze lo concederanno.

Ma qualora invece l’attesa risultasse troppo lunga e si volesse chiedere un rimborso? Pare che il governo abbia in mente nelle prossime ore di affrontare anche questo capitolo, prevedendo normative che consentano la restituzione delle somme versate.

Anche qui dunque ci troviamo in una situazione poco chiara e in via di definizione, perché non c’è, in questo caso, un soggetto cui imputare la colpa dell’annullamento dell’evento e cui addebitare, quindi, l’onere del rimborso.

Nel caso in cui i fornitori non dovessero dunque apparire collaborativi non resterà che attendere un eventuale aiuto del governo. Sperando arrivi rapidamente.

addobbi matrimonio
Foto da Pixabay

Un distinguo importante va comunque fatto tra rito civile e rito religioso. A esser sospesi sono questi ultimi mentre i primi, sebbene alla presenza dei soli testimoni e del funzionario, potranno se già fissati esser regolarmente svolti. Niente festeggiamenti ovviamente a seguire quindi agli sposi, anche in questo caso, l’ardua sentenza: preferite aspettare o meglio cogliere l’attimo?