Acqua di Rosmarino | Berla ringiovanisce il cervello di 11 anni

0
61

Acqua di Rosmarino | Berla ogni giorno ringiovanisce il cervello di 11 anni. A dirlo è uno studio scientifico. Scopri tutti gli altri benefici dell’elisir al rosmarino e come farlo a casa

rosmarino
acqua di rosmarino (Istock Photos)

Se pensavate al Rosmarino “solo” come spezia per insaporire i vostri piatti in cucina vi sbagliate di grosso. Il rosmarino, o meglio l’olio di rosmarino è un vero e proprio elisir di giovinezza mentale. Aiuta, infatti, a ringiovanire il cervello di ben 11 anni! A dirlo è uno studio scientifico che ha messo in relazione la pianta del rosmarino e i suoi effetti nel breve e lungo tempo sulla memoria di alcuni soggetti sottoposti alla sperimentazione. I risultati sono stati soddisfacenti e alquanto “miracolosi” perché proprio bere l’acqua al rosmarino (o olio di rosmarino) aumenterebbe non solo la memoria ma addirittura darebbe una nuova linfa vitale al cervello togliendogli, come un litfing fa con le rughe del viso, ben 11 anni! Scopriamo tutto sull’acqua al rosmarino e perché è così importante per la salute delle persone, non solo a livello strettamente psichico ma anche come elisir naturale e rimedio per curare enestetismi fisici.

Potrebbe interessarti anche: L’antidoto naturale per depurare il fegato | La Rapa rossa

Acqua di Rosmarino | berla ringiovanisce il cervello di 11 anni – Lo studio

medici
acqua di rosmarino ringiovanisce il cervello di 11 anni (Istock)

Il rosmarino è una pianta ricchissima di oli essenziali flavonoidi, acidi fenolici, tannini, resine, canfora e contiene anche l’acido rosmarinico dalla proprietà antiossidante.

In fitoterapia il rosmarino può essere usato come decotto o infuso ed è utilizzato come depurativo del fegato nonché come tonico e digestivo. Per questa ragione viene inserito nella composizione di tisane disintossicanti insieme ad altre piante officinali.

Ma l’acqua di rosmarino è stata a lungo studiata da alcuni ricercatori dell’Università della Northumbria, in Inghilterra, i quali hanno scoperto che bere una tazza di questa acqua di rosmarino ringiovanirebbe il cervello di 11 anni. 

La quantità per incrementare fino al 15% la capacità di memorizzazione è pari a 250 millilitri (una tazza). L’esperimento ha utilizzato rosmarino concentrato da No1 Rosemary Water, una bevanda disponibile in commercio che combina l’estratto di rosmarino con acqua di sorgente e nessun altro additivo.

I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di persone di bere 250ml di acqua Rosemary Water concentrata del brand, poi sono stati sottoposti ad alcuni test per valutare le loro capacità di mantenere e manipolare informazioni, mentre veniva analizzato il loro flusso sanguigno cerebrale e la quantità di energia impiegata in modo efficiente rispetto ad un gruppo di controllo. Secondo i risultati: “il gruppo della Rosemary Water No1 aveva migliorato le capacità di memoria del 15% e aumentato i livelli di globuli rossi deossigenati in flusso verso il cervello. In questo modo, il cervello dei partecipanti è riuscito a utilizzare più efficacemente l’energia richiesta per svolgere le sue funzioni”

Le sostanze antiossidanti contenute nell’arbusto, inoltre, sono capaci di ridurre le infiammazioni a carico del sistema nervoso. Ciò si traduce in una efficace prevenzione dell’invecchiamento cerebrale. Per godere di queste proprietà è sufficiente aggiungere due cucchiai di idrolato a una tazza di acqua da sorseggiare nell’arco della giornata. In alternativa è possibile preparare un infuso al rosmarino. Le foglie vanno lasciate in infusione per 12 ore, per poi essere filtrate.

Potrebbe interessarti anche: Come si calcola il QI? Il test che ti dice quanto sei intelligente

Acqua di rosmarino | Benefici non solo per la memoria

tisana rosmarino
acqua al rosmarino berla ringiovanisce il cervello di 11 anni (Istock)

L’acqua di rosmarino ha notevoli benefici non solo per ringiovanire il cervello e aiutare la memoria a memorizzare oltre il 15% in più ma, questo elisir ha benefici importanti per molte altri aspetti dell’organismo. In aromaterapia, il rosmarino è impiegato come pianta balsamica utilissima in caso di raffreddore, febbre e tosse secca. 

In ambito erboristico è stato ufficialmente approvato per il trattamento dei disturbi dispeptici, meglio noti come disturbi digestivi. Più precisamente l’attività benefica della pianta viene ascritta all’olio essenziale in essa contenuto che, a sua volta, è impiegato positivamente nella cura dei reumatismi e dei disturbi circolatori superficiali (comprese le vene varicose) grazie alla sua azione analgesica e lievemente revulsiva. Inoltre il rosmarino ha un elevato potere antiossidante!

Nella medicina popolare questo arbusto è considerato un toccasana per varie problematiche: amenorrea, dismenorrea, oligomenorrea, mal di testa, vertigini, stati di esaurimento legati a forti periodi di stress, dolori muscolari e sciatica. Esternamente è possibile utilizzarlo nella composizione di impacchi per accelerare la guarigione degli eczemi e per trattare tutte quelle ferite che faticano a guarire.

L’essenza di questa pianta officinale svolge un’azione energizzante sull’organismo e sulla mente, utilissima in caso di esaurimento affaticamento mentale, stanchezza e depressione.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Olio essenziale di rosmarino | Perché usarlo

olio di rosmarino
acqua di rosmarino berla fa ringiovanire il cervello di 11 anni (Istock Photos)

Se viene respirato a fondo, olio essenziale di rosmarino regala energia, favorisce la concentrazione e migliora lo stato mentale, soprattutto durante periodi di forte stress psicofisico come magari può accadere per gli studenti sotto esame. Se usato al mattino svolge un’azione tonificante generale.

Come usarlo per favorire la concentrazione: in un diffusore per ambienti: 1 goccia di olio essenziale di rosmarino, per ogni metro quadro dell’ambiente in cui si diffonde, mediante bruciatore di olii essenziali o nell’acqua degli umidificatori dei termosifoni per rinfrescare e deodorare l’aria e favorire la concentrazione mentale.

Potrebbe interessarti anche: Erbe aromatiche: perché fanno bene al corpo e alla mente – VIDEO

Per favorire la digestione e migliorare la respirazione

digestione
acqua al rosmarino berla fa ringiovanire il cervello (Istock)
Usare 4 gocce di olio essenziale di rosmarino e un mezzo cucchiaino di miele, stimola il drenaggio dei tessuti e la digestione, rimuove le scorie in eccesso e scioglie ristagni dall’organismo sostenendo l’attività depurativa del fegato. Per liberare le vie aeree e migliorare la respirazione, l’olio di rosmarino può essere aggiunto anche all’acqua per l’aerosol.

Utile per contrastare la cellulite

cellulite
acqua di rosmarino per contrastare cellulite iStock Photos
E’ utile per prevenire e curare la cellulite. Infatti proprio l’essenza di rosmarino è un ingrediente che viene usato molto nei prodotti cosmetici contro la cellulite o i grassi di adipe localizzati poiché scioglie i grassi, stimolando la circolazione periferica e drenante sul sistema linfatico.
Come usare l’olio anticellulite: Sciogliere 10 gocce di olio di rosmarino e 10 ml di olio di mandorle dolci e massaggiare sulle parti da trattare come glutei, cosce e gambe fino a completo assorbimento.

Antinfiammatorio

dolori
acqua al rosmarino (Istock)
Attenua i dolori articolari e problemi muscolari se viene massaggiato nelle parte lese insieme all’olio di mandorle dolci, poiché scioglie l’acido urico e i cristalli che induriscono i tessuti epidermici i quali formano edemigonfiori e ritenzione idrica.
Come usarlo nel bagno tonificante: diluire in una vasca d’acqua 10-15 gocce di olio essenziale di rosmarino, per  ritrovare la calma e placare la tensione, combattere lo stress e calmare reumatismi, dolori muscolari, artrite, contusioni e sciatica.

Sulla pelle e sui capelli

Olio per capelli
acqua al rosmarino (Pixabay Photo)
Sulla pelle ha un effetto tonificante e purificante. È utile nella cura della pelle grassa per prevenire l’acne ma anche per eliminare o attenuare le macchie scure proprie dell’età che avanza. Per tutte queste benefiche proprietà viene impiegato anche come ingrediente negli shampoo per capelli grassi, o per prevenire la forfora e per contrastarne la caduta, in quanto stimola la circolazione, favorisce l’ossigenazione dei tessuti e la ricrescita dei capelli.
Come usarlo sui capelli: Shampoo anticaduta: versare qualche goccia in uno shampoo neutro e procedere con il lavaggio in caso capelli deboli, fragili, grassi e con forfora, alopecia.
Al termine, sui capelli umidi, poche gocce frizionate sul cuoio capelluto si riveleranno un toccasana.

Acqua di Rosmarino e Tè al Rosmarino | Le ricette da fare a casa

te rosmarino
acqua al rosmarino ringiovanisce il cervello di 11 anni (Istokc)

Per godere dei benefici dell’acqua di rosmarino è sufficiente aggiungere due cucchiai di rosmarino a una tazza di acqua da sorseggiare nell’arco della giornata, prima dei pasti in caso di digestione difficile e nell’arco della giornata quando si hanno tosse e raffreddore o anche durante il periodo premestruale per attenuare i dolori annessi al ciclo.

In alternativa, è possibile preparare un infuso al rosmarino: dopo aver portato a bollore una tazza di acqua in un pentolino, si aggiunge un cucchiaio di foglie essiccate di rosmarino. Dopo aver lasciato le foglie in infusione per tutta la notte, si filtra e si consuma.

TE’ AL ROSMARINO | LA RICETTA

te rosmarino
acqua al rosmarino (Istock)

Un’alternativa è il tè al rosmarino. Utile perché privo di caffeina e dunque può essere consumato in ogni momento della giornata, anche serale. Berlo, può aiutare a migliorare i processi digestivi dopo un pasto particolarmente abbondante, e grazie alle sue proprietà antispasmodiche, aiuta a ridurre gas e gonfiore. Questa tisana migliora l’assorbimento dei nutrienti. Il tè al rosmarino contiene anche acido carnosico, un composto che aiuta a bilanciare la microflora e i batteri buoni nell’intestino.

Per ottenere un ottimo tè al rosmarino, vi serviranno questi ingredienti:

  • 1 cucchiaio di rosmarino essiccato, sia foglie sia steli sia rami
  • 1 tazza di acqua
  • 1 cucchiaino di miele (facoltativo)

Portiamo l’acqua ad ebollizione, spegniamo e versiamo il rosmarino, coprendo subito il bollitore per evitare la dispersione degli oli essenziali. Teniamo in infusione per 5 minuti, infine filtriamo e dolcifichiamo a piacere. Beviamo il tè quando è ancora ben caldo.

te rosmarino
acqua al rosmarino berla ringiovanisce il cervello di 11 anni (Istock)

Il Rosmarino, da oggi in poi, non lo vedrete più solo come erba da usare per le vostre ricette ma, da domani in poi, diventerà l’essenziale che non potrà mancare per la cura della vostra mente e del vostro corpo.

(Fonti: greenme.it – cure-naturali.it- ilgiornale.it)