Sanremo 2020, Amadeus alla stampa: “Polemiche? Ho la coscienza pulita”

0
19

Sanremo 2020 per Amadeus è stato finora un durissimo banco di prova: per fortuna a difendere l’amico dalle polemiche che lo stanno travolgendo arriva la carica di Fiorello.

Sanremo 2020 amadeus
Sanremo 2020: Amadeus con Fiorello e Emma Marrone (Foto: Instagram)

Le polemiche intorno a Sanremo sono una parte integrante del Festival, come ha imparato sulla sua pelle il povero Amadeus.

Fortunatamente però la kermesse musicale più famosa e longeva della nostra televisione sta quasi per iniziare e, si spera, le polemiche saranno presto messe da parte.

Amadeus però ha voluto mettere a tacere le accuse della stampa una volta per tutte. Per farlo ha portato i numeri del Festival (almeno quello che ha senso diffondere a mezzo stampa) e il suo miglior avvocato difensore: Fiorello.

Nel corso della conferenza stampa Fiorello è riuscito a stemperare la polemica e soprattutto alleggerire l’atmosfera con la sua ironia e soprattutto tessendo le lodi di Amadeus sia a livello personale sia a livello professionale.

E cosa ha detto, invece, Amadeus in propria difesa? Probabilmente la verità più semplice di tutte.

Sanremo 2020, Amadeus difeso da Fiorello in conferenza stampa

Le accuse mosse ad Amadeus durante queste frenetiche settimane di preparazione al Festival sono state essenzialmente di due tipi. La prima riguarda la misoginia che si respira nell’aria di questo Sanremo, la seconda si è sollevata in merito al cachet degli ospiti.

Sulla vicenda della sfortunatissima frase “stare un passo indietro” che Amadeus ha pronunciato in una delle conferenze stampe più contestate di sempre, Fiorello ha scherzato: “Amadeus mi ha scelto soprattutto per l’aspetto fisico e mi ha detto che non mi vuole al suo fianco, né avanti né indietro!”

Oltre a questo, Fiorello ha anche voluto intervenire su un’altra scelta di Amadeus che ha saputo scaricare una polemica enorme: si tratta della partecipazione di Junior Cally, preso di mira dalle donne della rete addirittura con la creazione di un hashtag.

Il giovanissimo rapper mascherato è stato considerato da più parti inadatto a cantare a Sanremo, programma di una rete nazionale, a causa dei messaggi violenti e sessisti lanciati in alcune vecchie canzoni della sua produzione musicale.

Fiorello, per stemperare anche in questo caso la tensione che si è creata sulla vicenda, ha affermato: “Comunque Junior Cally l’ho invitato alla cresima di mia figlia!”

Probabilmente non è vero, ma la battuta dice moltissimo sul tono dell’intera conferenza stampa.

I conti di Sanremo 2020

Dopo aver lasciato ampio spazio a Fiorello, Amadeus è anche stato difeso dalla polemica sugli altissimi cachet che molti italiani (e alcuni politici) hanno ritenuto eccessivi.

Il direttore di Rai 1 Stefano Coletta, conti alla mano, ha affermato che le spese di questo Sanremo sono ampiamente entro i confini tracciati dagli altri Festival. Anzi, Amadeus ha affermato che spera addirittura di poter far risparmiare una certa quantità di denaro all’azienda rispetto alle edizioni passate.

Non sono stati resi noti i compensi effettivi degli ospiti, ma la decisione è stata presa in rispetto della privacy dei vari artisti che interverranno nel corso delle serate.

Prendendo le affermazioni del direttore di Rai Uno come assolutamente veritiere, il lavoro fatto finora da Amadeus in merito alla gestione finanziaria del Festival è approvato dalle alte sfere aziendali, quindi almeno in questo il conduttore sembra essere in una botte di ferro.

Amadeus: “Ho la coscienza pulita”

Quando è stato il suo turno di prendere parola in difesa del proprio operato, Amadeus ha fatto l’affermazione più semplice e più corretta che possa fare un libero professionista chiamato a ricoprire un ruolo di così grande responsabilità: “Sapevo che le polemiche fanno parte del Festival, ma non mi hanno colpito perché sento di avere la coscienza pulita. Ho detto cose senza mancare di rispetto a nessuno e ho fatto scelte pensando prima alla musica.”

Molto probabilmente il direttore artistico di questo Festival spera di essersi messo alle spalle tutte le polemiche delle ultime settimane e di poter lavorare in pace alla messa in onda della prima, attesissima puntata del Festival di Sanremo 2020. Ci riuscirà o la prossima polemica è già in agguato?

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.