Dieta | cosa è meglio mangiare tra pandoro e panettone

Cos’è meglio mangiare quando si è a dieta, tra pandoro e panettone?

pandoro e panettone a Natale
Pandoro e Panettone – Fonte: iStock photo

In questi giorni, uno dei quesiti più grandi per chi è a dieta è quello che riguarda la scelta tra pandoro e panettone.
Che ci si sia dedicati un giorno di pura trasgressione o la possibilità di concedersi almeno una fettina di dolce, la voglia di non rovinare i risultati raggiunti è infatti forte.
Per questo motivo, a meno di non avere una preferenza spiccata, il desiderio è quello di scegliere tra i due, il dolce meno dannoso. In questo modo si potrà soddisfare il palato senza troppi sensi di colpa.
Ma come scegliere tra pandoro e panettone? Posto che mangiare panettone e pandoro senza ingrassare è più che possibile, cerchiamo di capire se tra i due dolci ce n’è uno più adatto a chi sta seguendo una dieta o mira più semplicemente a mantenere il proprio peso forma.

Pandoro o panettone? Scopriamo quale scegliere quando si è a dieta

pandoro e panettone
Pandoro e panettoni – Fonte: iStock photo

Se anche tu sei tra le super indecise sul dolce da assaggiare tra la vigilia ed il pranzo di Natale, ti farà piacere sapere che le differenze tra pandoro e panettone non sono poi molte.
Cerchiamo però di analizzarle insieme in modo da capire le differenze tra i due prodotti.

In genere, il pandoro ha dalle 370 alle 400 calorie che arrivano per lo più dal burro e, ovviamente, dagli zuccheri.
Il panettone, invece, contiene circa 350 calorie ma ha meno burro e spesso togliendo uva passa e canditi si riesce a ridurle almeno del 20%.
Di base, quindi, un panettone classico è più adatto a chi è a dieta e questo anche se ha un peso specifico più evidente del pandoro.
Si tratta comunque di differenze non così elevate, motivo per cui, a detta di molti nutrizionisti, conviene seguire il proprio gusto e scegliere quale mangiare, stando attente magari a qualche accorgimento per rendere il dolce scelto più dietetico.

Clicca sull’immagine qui sotto se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che ha a che fare con il Natale e le strategie per mantenersi in forma durante le feste.

Natale che donna

Per prima cosa è bene mangiare porzioni più piccole di quelle che viene offerta (circa la metà andrà bene).
Meglio puntare sul classico evitando i dolci con aggiunta di glasse o creme.
Nel caso del panettone si possono togliere un po’ di canditi e di uva passa. Per il pandoro, invece, si può scrollar via un po’ di zucchero a velo dalla superficie.
Detto ciò, il consiglio finale è quello di mangiare con serenità il dolce scelto perché a volte una piccola trasgressione aiuta a seguire meglio la dieta e non saranno delle calorie in più a dare la differenza. Inoltre, esistono sempre delle strategie per gestirsi al meglio dopo aver mangiato pandoro e panettone.

Attenzione: Se si sta seguendo una dieta con un nutrizionista, è bene chiedere prima un parere ed inserire il dolce solo se previsto dal proprio piano. Pandoro e panettone sono ovviamente da evitare in caso di problemi o patologie per le quali ne è sconsigliato il consumo.

Leggi anche -> Le cattive abitudini che sotto le feste rallentano il metabolismo

Infine, è sempre meglio scegliere prodotti naturali con ingredienti conosciuti e senza troppi additivi o coloranti. Questo oltre che ad agevolare il mantenimento del peso forma, aiuterà a sentirsi più leggere. Non si avvertirà, infatti, quel fastidioso senso di pesantezza che accomuna spesso il consumo di alimenti troppo elaborati.

dimagrire senza rinunce
Donna con panettone – Fonte: iStock photo