Come affrontare la depressione natalizia

Depressione natalizia: di cosa si tratta e come fare per superarla.

Donna depressa a Natale
Fonte: iStock photo

Manca meno di un mese a Natale e questo pensiero inizia a farsi pesante per tante persone. Se da un c’è gente che già da Novembre non attende altro altro che scartare doni e dare il via alle abbuffate, dall’altro ci sono infatti altrettante persone che, invece, vivono il Natale come un periodo triste, nel quale solitudine e ansia la fanno da padroni, impedendo così di cogliere l’atmosfera di festa. La depressione natalizia, nota anche come Christmass Blues, è qualcosa di concreto che per chi si trova a viverla risulta essere anche piuttosto pesante e difficile da spiegare. Oggi, quindi, proveremo a scoprire di cosa si tratta esattamente e come fare a superarla.

La depressione Natalizia è una realtà sempre più diffusa

christmas blues
Fonte: iStock photos

C’è chi ritiene erroneamente che chi si professa depresso a Natale lo faccia solo per ottenere maggiori attenzioni. In realtà, sentirsi tristi nel periodo delle feste è una cosa più diffusa di quanto non si creda tanto da poter essere considerato un vero e proprio malessere.
I motivi alla base sono diversi e si legano spesso alla mancanza di una famiglia solida alle spalle o a troppe perdite avvenute negli anni. Essendo il Natale una festa dedicata alle famiglie è facile immaginare come il pensiero possa andare velocemente a chi non c’è più o a chi si trova lontano per lavoro o per progetti di vita diversi. Visto sotto questa ottica, quindi, immaginare come ci si possa sentire soli a Natale non è così difficile.
A ciò si aggiunge poi l’ansia per il futuro, legata all’arrivo del nuovo anno per il quale si è sempre soliti fare progetti. Se chi ha dei sogni ben definiti trova la cosa quasi eccitante, chi si trova a vivere un periodo difficile, magari senza lavoro o con il bisogno di aumentare le proprie entrate, può vivere questo momento come uno tra i più difficili perché in grado di evidenziare la precarietà che si sta vivendo.
Entrambi i motivi non portano certo a sorridere e questo, unito alla felicità collettiva che sembra quasi voler imporre un modello comportamentale porta a sentirsi facilmente depressi e malinconici. Per fortuna esistono alcune strategie che si possono mettere in atto per alleviare la depressione natalizia e ognuno potrà trovare quello a se più adatto o in grado di aiutare un amico o un parente in difficoltà.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Come superare la depressione natalizia

donna depressa post partum
Fonte: istock Photos

Concentrarsi sul presente. Pensare ad un passato che non tornerà o ad un futuro che è incerto per tutti è il primo modo per deprimersi e vivere male le feste di Natale. Il trucco, in questi casi, è cercare di concentrarsi il più possibile su se stessi, fare cose che piacciono e che rilassano, uscire con gli amici, andare al cinema e vivere nel modo più normale possibile. Se si pensa al Natale come ad una normale festa, le emozioni a riguardo si faranno meno pesanti e ci si sentirà più in sintonia con se stessi.

Non obbligarsi ad entrare nel mood natalizio. Questo non è un invito a diventare dei brontoloni per rovinare l’atmosfera generale. Vivere il Natale a proprio modo, però, è un diritto che nessuno dovrebbe mai togliersi. Se non ci si sente di festeggiare di continuo, mostrandosi felici ed emozionati per tutto non c’è alcun obbligo a farlo. Basta solo passare oltre, vivere la propria vita e limitarsi a sorridere a chi invece riesce a sentire il Natale come una festa positiva. E chissà che restando se stessi non si riesca a percepire a proprio modo almeno un’atmosfera rilassante.

Leggi anche -> Coppia: come uscire indenni dallo stress pre natalizio

Tenersi impegnati. Quando si corre il rischio di fare pensieri dolorosi, l’unica soluzione è quella di riempire le proprie giornate in modo da non avere spazio per altro. Stilare un programma che comprenda cose che piace fare e che rilassano è il miglior modo per far scorrere serenamente le feste. Ancor meglio se si riesce a trovare qualcuno con cui condividere qualche impegno. Ci si sentirà meno soli e più propositivi verso gli altri.

Fare sport. Può sembrare strano ma fare attività fisica rientra tra le cose che sono in grado di dare il buon umore. Lo sport mette in circolo ormoni positivi e aiuta a scaricare la tensione. Praticarlo può essere quindi un buon modo per tornare in sintonia con se stessi e con il mondo e per vedere le cose da un punto di vista più positivo. Ci si può allenare a casa, andare a correre all’aria aperta o frequentare la palestra. L’importante è scegliere ciò che si sente maggiormente nelle proprie corde e non forzarsi a fare sport che non piacciano. Lo scopo, dopotutto, è quello di sentirsi bene con se stessi.

Organizzarsi con gli amici. Se si è stanchi di incontri volti solo alle feste natalizie, si può sempre optare per organizzare qualcosa di diverso. Le possibilità sono tante e vanno dalla normale serata in pizzeria, al cinema e persino a qualche festa a tema da organizzare per vivere rigorosamente atmosfere non natalizie. Ciò che conta è fare ogni cosa con il solo scopo di rallegrarsi un po’ e scegliere le persone giuste per farlo. A volte la qualità conta più della quantità, anche se si tratta di uscite in compagnia.

Infine è bene ricordare che le feste di Natale non durano per sempre e che presto tutti torneranno alla solita routine. Se l’ansia che si prova è troppo forte, però, attendere un mese potrebbe essere davvero doloroso. Regalarsi una seduta di psicoterapia potrebbe portare ad avere in mano gli strumenti giusti per superare la tristezza in modo da sapere esattamente da cosa deriva ed imparare a gestirla anche in vista dei Natali futuri. Un regalo praticamente perfetto da farsi per donarsi un periodo da vivere con la giusta serenità.

Fonte: Istock photos