Home Gossip Eliana Michelazzo: “Ero morta, ma ora sono rinata” | Io sono bella

Eliana Michelazzo: “Ero morta, ma ora sono rinata” | Io sono bella

CONDIVIDI

Eliana Michelazzo, in esclusiva ai microfoni di CheDonna, racconta la sua nuova vita.

Eliana Michelazzo
Fonte: Instagram @elianamichelazzo

Eliana Michelazzo inaugura il nuovo spazio di CheDonna, la rubrica Io sono bella.  Il nostro scopo è andare oltre il mondo del gossip, mostrando il lato più umano dei personaggi femminili del momento.

Vogliamo mettere da parte le polemiche, la maschera della notorietà, ed andare oltre mostrandovi la persona che si nasconde dietro ad uno schermo, che sia quello di uno smartphone o della tv.

Eliana, in esclusiva ai nostri microfoni, ha raccontato la sua nuova vita dopo lo scandalo legato al personaggio di Pamela Prati, mostrandoci un lato che probabilmente non è mai trasparito durante la sua permanenza in tv.

Leggi anche:
Eliana Michelazzo, la conferma: “È finita con Daniele Bartolomeo” – Video
Eliana Michelazzo racconta la sua verità

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Io sono bella | Eliana Michelazzo in esclusiva a CheDonna: “Riparto da me”

Eliana Michelazzo
Fonte: @instagram

Il tuo primo singolo s’intitola Riparto da me. Da cosa riparte Eliana?

Eliana riparte da se stessa. Era un po’ morta, era spenta. Non ero così solare come adesso, si vedeva che c’era qualcosa che non mi faceva stare bene. Adesso da qualche mese sto rivivendo la mia vita. Penso a me stessa. Mi prendo cura di me. Faccio tutto quello che mi fa stare bene.

Com’é nata l’idea di incidere un brano?

A me è sempre piaciuto cantare, sono sempre stata molto intonata.  Quando avevamo un ristorante, io cantavo sempre. Come puoi spiegare alle persone la tua vita, quello che è successo? O la canti o la scrivi.

Abbiamo creato questo video per far capire le mie emozioni. Questo video rappresenta i momenti belli e quelli brutti. Mio marito virtuale era geloso (ride). Era un rapporto all’ 80% ma, senza toccare con mano.

Volevamo farti i nostri complimenti. Sei riuscita a vivere tutta questa situazione in maniera ironica.

Io adesso ci scherzo su, va benissimo. Ci saranno sempre quelle persone che non mi credono, ma va bene così. Io so quello che ho vissuto e vado avanti. E’ il mio motto adesso.

Per molto tempo hai avuto una relazione virtuale, hai problemi attualmente a fidarti delle persone?

Ho paura di tutto. Non ti nego che ora rido e scherzo, ma è stato difficile. C’è qualcuno dei miei amici storici che ancora sento in questi anni, ma mi hanno voltato tutti le spalle, tranne due o tre persone.

Ancora oggi ci rimango male e mi dispiace. Quest’anno festeggio il Natale con i miei nipoti, non faccio un Natale con loro da 10 anni. Sono queste le cose fondamentali della vita, non quello che loro pensano. Mi hanno rinfacciato di aver finto di uscire di casa, di aver finto di essere sposata.

Ragazzi, mettiamoci nella condizione in cui io non vedevo la mia famiglia, il sangue del mio sangue. Io ho chiesto scusa a tutti. 

Eliana prima serviva perché era un salvadanaio.  Siamo una messa di egoisti, quando gli servi ci sono, se no un calcio nel sedere.

Non c’è stata solidarietà femminile. C’è stata tanta gente che ha vissuto la mia situazione. Io non sono pazza. Ho parlato al telefono con un uomo, parlavo con un uomo. Ho visto le fotografie di un uomo, anche da nudo. Non è che me la sono sognata questa cosa. Ho le chat di tutti questi anni, d’invenzione c’è zero.

Tanti oggi mi hanno capito, ma chi mi ha voltato le spalle è stata una grande pugnalata. Manco a dire: “Guarda Eliana, forse ci ho ripensato”.  Questo non c’è stato e questa è stata una cosa mi ha fatto davvero male e ci penso, tanto. Soprattutto a chi ho fatto del bene. Ci sono persone a cui ho dato anima e cuore.

Io ne parlo con la consapevolezza che tornare indietro non si può, però mi fa male. Se sei una persona sensibile, e credimi io ho passato tante cose nella mia vita, ma tante tante, però ho sempre messo il sorriso. Ho sempre tirato su le maniche e ho sempre lavorato. Io mi ero costruita un impero, ero contenta della mia agenzia e la sto rimettendo in piedi. Anche se non è facile.

Se tu lavori da quando avevi 14 anni e ti alzi pure alle 6, 4 del mattino e poi arrivi che qualcuno ti distrugge tutto, è veramente tosta. Però non mi interessa, io mi faccio sempre vedere con il sorriso. Mi vedrai poche volte star male perché le persone che si fanno il mazzo dalla mattina alla sera non si faranno mai vedere che stanno male perché si tirano su con le loro forze. Tutte le persone che si fanno il mazzo, cercano di sorridere.

eliana michelazzo
Fonte Instagram @eliana michelazzo

Non è stato sicuramente facile per te rimetterti in gioco, ma prima hai citato Uomini e Donne. Ci ritorneresti?

A 40 anni non penso che La De Filippi mi metterebbe sul trono (ride). No, non tornerei. Voglio ricostruire la mia agenzia e mettere su famiglia se ci riuscirò.

Gli uomini sono tutti farfalloni. Mi spiace che le ragazze non abbiano rispetto per loro stesse, invece dovrebbero averne un po’ di più. E’ un consiglio che mi sento di dare alle donne. Gli uomini devono tirare la corda un po’ di più. Non possono avere tutto con troppa facilità. Questo non va bene.

Facciamo un gioco: hai la possibilità di parlare con Eliana da bambina e con Eliana del futuro. Cosa consiglieresti alla bambina che eri e cosa vorresti dire a quella del futuro?

Alla me stessa da bambina direi di non essere troppo credulona! Credo pure alle pecore che volano. Sono sempre stata molto sognatrice. Le direi di sognare un po’ meno e di avere un po’ di più la testa sulle spalle.

A quella del futuro è difficile. Le direi di essere sempre più forte e di riuscire ad ottenere quello che vuole. Voglio la famiglia che non ho mai avuto. Ho ritrovato mio fratello e mia sorella quando avevo 18 anni, loro sono stati adottati. Adesso abbiamo un bel rapporto. Adesso mi dicono: “Dove sei? Fai sempre tardi!” Hanno ragione, perché io sono ritardataria. Mio fratello è uguale a me, è la mia versione maschile.

Eliana Michelazzo libro e film
Fonte: instagram @elianamichelazzo