Home Curiosita Cosa accade al tuo corpo quando non fai più l’amore

Cosa accade al tuo corpo quando non fai più l’amore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:45
CONDIVIDI

Attenzione all’astinenza sessuale! Il vantaggio del rapporto non si limita alla soddisfazione di un desiderio ma influisce in gran parte sulla salute del corpo e della mente

Alcune persone attraversano periodi di astinenza nelle loro vite sessuali, per vari motivi, si torna ad essere single, si è stanchi o si ha semplicemente deciso di prendersi una pausa. Se questa pausa dura abbastanza a lungo, può avere un effetto sul corpo e sulla mente non indifferente. Scopri cosa accade al tuo corpo quando pratichi astinenza sessuale!

A livello globale, la frequenza dei rapporti sessuali è di 8,7 volte al mese per uomini e donne secondo planetoscope.com! Ma il Dr. Phil McGraw, consulente per le relazioni e il matrimonio, ha affermato sul suo sito web che non c’è un numero defiibile di rapporti al mese per le coppie, sposate o meno. Il suo consiglio alle coppie è di avere un numero di rapporti che soddisfi i loro rispettivi bisogni!

Cosa succede al tuo corpo quando non hai più rapporti sessuali?

Coppia: 8 infezioni sessualmente trasmissibili per via oraleAnsia e stress

Se non hai rapporti sessuali, potresti sentirti meno connesso, qualcosa che può influire sulla comunicazione nella tua relazione. Questa mancanza di comunicazione può alterare i tuoi sentimenti e creare stress e ansia su base giornaliera.

Il sesso fa rilasciare al tuo corpo ormoni, come l’ossitocina e le endorfine, che possono aiutarti a gestire gli effetti dello stress.

Per non parlare del fatto che il sesso regolare ti aiuta a sentirti emotivamente vicino al tuo partner, il che apre la porta a una migliore comunicazione.

Memoria e cervello

Uno studio del Psychology Research Centre dell’Università di Coventry in Inghilterra ha concluso che fare l’amore rende le persone anziane più intelligenti. Lo studio ha dimostrato che avere rapporti sessuali regolari ha avuto il maggiore impatto sui test di fluidità verbale, ad esempio nominando quante parole o animali iniziano con la lettera F in un minuto.

Gli autori dello studio non sanno perché esiste questo legame tra l’attività sessuale e la potenza del cervello, ma suggeriscono che l’attività sessuale sia legata alla secrezione di neuroormoni come la dopamina o l’ossitocina, che trasmettono segnali positivi al cervello

Sistema immunitario

La dott.ssa Debby Herbenick ha affermato al Women’s Health Magazine che il sesso aumenta i livelli di IgA o l‘immunoglobulina A. Le IgA hanno dimostrato di aumentare la resistenza a malattie come il raffreddore. In effetti, secondo uno studio condotto dalla Wilkes University di Wilkes-Barre, in Pennsylvania, che coinvolge 112 studenti, fare l’amore una o due volte alla settimana determina un aumento del 30% dei livelli di IgA.

Altri studi suggeriscono che molte aree della qualità della relazione hanno effetti maggiori sulla salute delle donne, incluso il sistema immunitario e la funzione cardiovascolare, rispetto agli uomini.

Pareti vaginali e lubrificazione

Se sei una donna in post-menopausa, hai un’altra buona ragione per continuare a fare l’amore. Senza regolari rapporti sessuali, i tessuti della vagina possono diventare più sottili e avere bisogno di più tempo di stimolazione per eccitarsi. In caso contrario, hanno maggiori probabilità di farsi male o addirittura sanguinare durante i rapporti. Può essere così scomodo che le donne con questi sintomi evitino di fare l’amore, il che può peggiorare le cose.

Fare sesso può anche proteggerti da altri cambiamenti legati alla menopausa, come secchezza e irritazione vaginale.

Cancro alla prostata

Per gli uomini, la frequenza dell’attività sessuale può essere correlata al rischio di cancro alla prostata. Alcuni esperti ritengono che il sesso possa effettivamente aumentare il rischio, esponendoli eventualmente a malattie a trasmissione sessuale che portano all’infiammazione. Ma in un ampio studio che ha coinvolto quasi 30.000 uomini, coloro che hanno dichiarato di aver eiaculato più di 21 volte al mese in media avevano meno probabilità di sviluppare il cancro alla prostata durante la loro vita rispetto a quelli che avevano eiaculato sette volte al mese.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI