Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dieta iposodica per Natale, 1.700 calorie di salute

Dieta iposodica per Natale, 1.700 calorie di salute

CONDIVIDI

Per Natale ottima la dieta iposodica. Le verdure possono essere utilizzate sia per accompagnare i secondi che per condire la pasta o il riso.

dimagrire dopo le feste
Fonte: Istock

Anche durante il periodo delle feste natalizie la raccomandazione a tavola è una sola: occhio alla salute, quella del cuore e del fegato in primis. I rischi legati alle malattie cardiovascolari si combattono anche a tavola, con un’alimentazione adeguata. E la dieta iposodica per le feste, da 1.700 calorie è ideale.

Così le nostre arterie lavoreranno al meglio senza causare affaticamenti e restringimenti pericolosi. Il sale in cucina, contenuto o meno nei cibi, è un nemico da combattere.

Ecco perché seguire una dieta iposodica naturale e con prodotti di stagione, fatta soprattutto di verdure e frutta senza per questo dimenticare le proteine e i carboidrati, è quanto mai consigliabile anche a chi non abbia problemi di natura circolatoria. Ridurre il sale nel cibo è norma da seguire per tutti, anche perché aiuta pure reni e fegato a lavorare meglio. E con le giuste accortezze riusciremo a nutrirci al meglio senza perdere un gusto.

Dieta iposodica da 1700 calorie, il programma giornaliero

sale

Quella che proponiamo oggi è una dieta da 1.700 calorie al giorno, ricca di nutrimento e povera di sodio. Ovviamente tutti i cibi che porteremo in tavola dovranno essere confezionati senza sale. Quindi meglio se li cuciniamo freschi e non inscatolati anche perché le industrie alimentari non raggiungono mai il livello di purezza che può essere dato dalla nostra cura quotidiana.

E un altro accorgimento è quello di non utilizzare, o servirsene al minimo, i sali dietetici, che comunque un minimo di rischio lo comportano.
A colazione quindi 150 ml di latte parzialmente scremato con caffè oppure una tazza di orzo, non zuccherati anche se in questa stagione ci possiamo permette un cucchiaino di miele. Con questi si possono consumare 4 biscotti secchi oppure tre fette biscottate integrali. A metà mattinata, come in tutte le diete, è previsto uno spuntino con frutta fresca o cotta (100 grammi) oppure ancora uno yogurt magro.

A pranzo spazio ai carboidrati, ma senza esagerare: quindi 60 grammi di riso oppure pasta, meglio se integrali, conditi con pomodori freschi o pelati. Ma anche con verdure di stagione come possono essere carciofi, broccoli, cavolfiori oppure cime di rapa. Va bene anche un piatto di passato di verdura, il più completo possibile. A seguire 150 grammi di pesce come nasello, sogliola o platessa o di carne bianca ai ferri, accompagnati da un’insalata nella quantità che preferiamo, più due fette di pane senza sale.
Verso metà pomeriggio due fette biscottate integrali senza sale con miele, oppure 100 grammi di frutta fresca. Infine per cena minestra di verdure senza sale, carne bianca o pesce (uova una volta alla settimana) accompagnati da vegetali verdi e insalata a volontà, frutta fresca o cotta.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: