Home Cultura I documenti necessari per studiare all’estero: ecco quali sono

I documenti necessari per studiare all’estero: ecco quali sono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:26
CONDIVIDI

Sempre più giovani decidono di lasciare il Belpaese ed andare a studiare altrove. Tuttavia, prima di prendere la decisione di partire è bene informarsi su tutta la documentazione necessaria per poter accedere alle università estere.

I documenti necessari per studiare all'estero I documenti necessari per studiare all’estero: ecco quali sono

Le nuove generazioni sono sempre più affascinate dall’idea di studiare all’estero ed iniziare una nuova vita lontano dall’Italia.
L’iter burocratico può essere più o meno lungo, dipendendo dal paese selezionato dallo studente.

Quali sono i documenti assolutamente necessari da possedere prima di partire?

I documenti necessari per studiare all'estero

Tra i paesi più ambiti per andare a studiare all’estero troviamo l’Inghilterra e la Spagna, seguiti da paesi fuori dall’Unione Europea come l’Australia o gli Stati Uniti.

Che sia solo per studiare o per lavorare in un paese straniero, sono molteplici i documenti di cui si ha bisogno.
Per iniziare l’iter di un’esperienza all’estero, almeno nel caso dei paesi europei, basta soltanto il passaporto o la carta di identità in corso di validità.

Studiare in Gran Bretagna: qual’è l’iter da seguire?

Tuttavia, nel caso della Gran Bretagna, servirà anche iscriversi al sistema sanitario e previdenziale locale.
Nel caso in cui si fosse interessati alla Gran Bretagna, è inoltre necessario tenersi continuamente aggiornati per i cambiamenti che potrebbero esserci tra la fine di quest’anno e l’inizio dell’anno prossimo, a causa dei molteplici cambiamenti che sta provocando la Brexit.

Studiare in Spagna: qual’è la documentazione necessaria?

Per quanto riguarda la Spagna, invece, la situazione è molto più semplice. Nel paese in questione, infatti, è solo necessario ottenere la cosiddetta “tarjeta de extranjero” ovvero il numero identificativo per stranieri, chiamato NIE.
La domanda la si può fare presso un commissariato o ufficio immigrazione.
Nel caso in cui si dovesse decidere di andare a studiare in Spagna, ottenere il NIE sarà molto sempre. Sarà l’università stessa, infatti, a rilasciarvi un documento nel quale si dichiara che si è studenti stranieri residenti – per un determinato periodo – in territorio spagnolo.

Il NIE in questione servirà per aprirsi un conto bancario in Spagna, trovare un lavoro, firmare un contratto immobiliare, o fare un abbonamento a internet, gas o altre utenze.
Esso sarà, insomma, il documento ufficiale che dichiarerà che si è residenti in una determinata area della Penisola Iberica.

Nel caso in cui si fosse interessati a paesi extra-europei, invece, sarebbe bene consultare l’Ambasciata del Paese di destinazione, che sicuramente saprà fornire informazioni dettagliate per tutto ciò concerne la documentazione necessaria per accedere ai servizi di istruzione del paese selezionato.

I documenti assolutamente necessari prima di iniziare a studiare all’estero: traduzioni giurate e altri tramiti

Se il paese selezionato forma parte dell’Unione Europea, è bene non dimenticare a casa la tessera sanitaria europea che servirà nel caso in cui si avesse bisogno di una visita medica urgente.
Se invece si trattasse di paesi fuori dall’Unione Europea, è molto importante acquistare un’assicurazione che si occuperà di pagare le spese mediche che, soprattutto nel caso degli Stati Uniti, potrebbero essere molto salate se non si è in possesso di un’assicurazione sanitaria.

Documenti necessari per studiare all’estero: dove e come tradurre i documenti ufficiali

Infine, prima della partenza è imprescindibile tradurre tutti i documenti richiesti dall’università ospitante.
Detto ciò, è quindi particolarmente importante ricordarsi di portare con sé tutta la documentazione concerne i titoli di studio, come curriculum, attestato di laurea o diplomi, tradotti unicamente in traduzione asseverata o giurata, fornita dagli appositi professionisti del settore delle traduzioni.
Per le traduzioni è consigliabile andare sul sicuro e chiedere un preventivo ad un’agenzia di traduzioni giurate. Esse sicuramente garantiranno un servizio impeccabile, preciso e soprattutto sicuro.

 

 

Lucia Schettino

Potrebbe interessarti anche >>>

Perché è importante fare un’esperienza all’estero