Home Maternità Mio figlio ha paura di Babbo Natale: perché? cosa fare?

Mio figlio ha paura di Babbo Natale: perché? cosa fare?

CONDIVIDI

Ad una settimana dal Natale, Babbo Natale è ovunque: nei grandi magazzini, nei centri commerciali, in strada. Ma se fa d una parte fa sorridere tanti bambini, dall’altra ne fa piangere molti altri.

Mio figlio ha paura di Babbo Natale: perché? cosa fare?Mio figlio ha paura di Babbo Natale: perché?

Hai mostrato a tuo figlio la tua foto da piccolo in grembo a Babbo Natale, e sogni che tuo figlio farà lo stesso quest’anno, in memoria della tua infanzia.

Al tuo primo sabato libero decidi di recarti al centro commerciale per far incontrare Babbo Natale a tuo figlio, ti avvicini con il tuo bambino, lo metti sulle ginocchia del simpatico nonno tutto vestito di rosso e non capisci perché tutto ad un tratto il bambino inizia a piangere e chiede di tornare tra le tue braccia.

Per un bambino di età inferiore a 4 anni, qualsiasi travestimento può essere inquietante: chi si nasconde li sotto? È un personaggio buono o cattivo? E poi, chi è  il vero Babbo Natale? ce ne sono diversi solo al centro commerciale.

Tutto ciò può preoccupare il bambino, soprattutto se si spaventa già di suo. E poi, normalmente, Babbo Natale non dovrebbe essere visibile, dovrebbe essere nel pieno del lavoro per consegnare i regali tra la notte del 24 e del 25 dicembre, mentre i bambini dormono.

L’ incontro con Babbo Natale, un approccio graduale

E' giusto lasciare che tuo figlio creda in Babbo Natale?

Avere paura di Babbo Natale ha un nome: paternatalofobia. Come evitare di essere traumatizzati a vita? Per evitare che tuo figlio pianga alla vista di Babbo Natale, abitualo a poco a poco. Ecco qualche consiglio:

1- Per prima cosa, per farli incontrare, scegli un giorno e una fascia oraria relativamente tranquilla

Per i bambini piccoli, confrontarsi con Babbo Natale può generare forti emozioni, in particolare tra i bambini colpiti dal suo costume più o meno riuscito, come evidenziato da alcune classifiche delle peggiori foto di Babbo Natale, in giro per i social network dove qualcuno ammette persino che Babbo Natale è inquietante: “Ha la barba, è alto, è grasso, ha una voce grande, assomiglia ad un orco. Inoltre, è clonato. È ovunque, è ultra spaventoso! ” come biasimare i bambini. Scegliere una giornata tranquilla eviterà ulteriori tensioni per un evento già abbastanza ipegnativo.

2- Lascialo guardare Babbo Natale a “distanza di sicurezza”, questo lo rassicura.
Tienigli la mano mentre ti avvicini a lui.

“Da 0 a 3 anni, i bambini hanno paura del travestimento, in quanto possono essere intimiditi dall’uniforme “, afferma Anne Bacus, psicologa della famiglia, autrice del libro 100 risposte alle domande dei genitori. “Per definizione, i bambini non dovrebbero vedere Babbo Natale, che di notte passa tranquillamente a mettere i doni sotto l’albero, mentre dormono.” Incontrarlo significa fuorviare il mito ” Dagli il tempo e il modo di prendere confidenza con lui.

3- Schiva le ginocchia di Babbo Natale

Attenzione, non metterlo sulle ginocchia di questo sconosciuto se non vuole. Potresti innescare una paura che rimarrà per molto tempo. Arthur, 23 anni, ha sperimentato la paternatalofobia dall’interno: “Mi sono travestito da Babbo Natale diverse volte per lavoro e il numero di bambini che non volevano venire da me o piangevano alla mia vista mi ha sorpreso. Ma quello che probabilmente mi ha sconvolto di più sono i genitori che costringevano i loro figli a fare una foto con me, anche se tremavano, spaventati, con le lacrime agli occhi.”

Usare le maniere forti non è una soluzione. “Non mettere il bambino in braccio a Babbo Natale, nemmeno per una foto ricordo!”, Afferma Anne Bacus. “Se tuo figlio ha un attacco di panico, potrebbe voler scappare, rifugiarsi tra le braccia di una persona rassicurante, o ripiegare su se stesso. Non dobbiamo costringerlo. Ti consiglio di tenerlo per mano e avvicinarti tenendoti a una buona distanza da Babbo Natale, quella sufficiente a non farlo piangere, in modo da poter osservare gli altri bambini che ricevono un sorriso, una caramella, un regalo. .. Per effetto dell’allenamento, potrebbe fargli desiderare di fare lo stesso e lo incoraggerà a superare la sua paura”.

4- Riduci al minimo la sua paura

Non è facile trovare le parole giuste per rassicurare un bambino che percepisce Babbo Natale come una minaccia.

Come reagire senza minimizzare la sua paura, molto reale, anche se sembra irragionevole? Senza rimproverarlo o ridicolizzarlo. “Non dirgli di non piangere e di comportarsi come un grande, basta dirgli che non c’è vergogna nell’avere paura, non serve a drammatizzare, non è una fobia disabilitante, all’età di cinque anni, una volta che avrà scoperto da solo che non c’è pericolo, gli passerà. ” Puoi anche rafforzare il suo coraggio ricordandogli situazioni in cui è riuscito a superare la sua paura. Affidare le tue paure infantili può favorire il dialogo. E prima di visitare Babbo Natale, puoi fare disegni, leggere una storia per lui, mostrargli un film in modo che familiarizzi con il personaggio. Ma evita il Grinch.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI