Home Salute e Benessere Fitness Come allenare il metabolismo dopo i 40

Come allenare il metabolismo dopo i 40

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:00
CONDIVIDI

Dopo i 40 anni il metabolismo tende a rallentare. Ecco come mantenerlo attivo, allenandolo nel modo giusto.

metabolismo più veloce Fonte: Istock Photo

Il metabolismo è l’insieme dei processi che avvengono all’interno dell’organismo e che regolano il modo in cui si trae energia dagli alimenti. La sua attività è data dalla massa magra e dalla sua efficienza ed è proprio su questa che si deve lavorare per far si che con gli anni, il naturale rallentamento del metabolismo non costituisca un problema.
Se già dai 25 anni si ha una prima battuta d’arresta quasi impercettibile, con gli anni e soprattutto dopo i 40, il metabolismo tende a scendere. Questo implica diversi cambiamenti come una digestione più difficile, gusti diversi in fatto di alimenti e, ovviamente, una maggior facilità a prendere peso quando si esagera con dolci e fritti.
Per fortuna esistono diversi modi per prendersi cura del metabolismo.
In primis c’è l’alimentazione che dovrà essere il più sana e semplice possibile, segue poi l’idratazione ed il mantenimento di uno stile di vita sano e volto al benessere e, infine, c’è lo sport. Se fare attività fisica fa bene, infatti, ci sono delle attività che, più di altre, contribuiscono nel rendere attivo il metabolismo, mantenendolo più veloce anche dopo 24 ore. In questo modo basterà allenarsi bene a giorni alterni per non risentire del naturale rallentamento dello stesso.

Metabolismo: gli esercizi giusti da fare dopo i 40

Fonte: iStock Photo

Prima di tutto è importante sottolineare che per incentivare la massa magra e con essa il metabolismo, è necessario mangiare bene assumendo quindi la giusta dose di proteine che, se troppo basse, porterebbero ad un calo dei muscoli e quindi ad un peggioramento del metabolismo. Per assicurarsi di mangiare nel modo corretto si può chiedere un parere ad un nutrizionista esperto in modo da capire se e dove intervenire con l’alimentazione. Detto ciò passiamo agli esercizi da svolgere almeno tre volte a settimana per mantenere attivo il metabolismo.

Andare in palestra. Se si è completamente a digiuno di sport, prima di correre il rischio di danneggiarsi è bene chiedere aiuto agli esperti. In tal caso, iscriversi in palestra e parlare con un personal trainer può essere il modo giusto per iniziare, avvicinandosi così all’attività fisica e sperimentando magari più attività in modo da trovare quella che si ritiene essere più efficace e divertente. È importante, infatti, che l’attività fisica sia prima di tutto un piacere e non venga vissuta come una tortura per perdere peso o poter smaltire quanto si è mangiato. Una volta trovato un proprio ritmo ed aver acquisito le basi, il resto verrà da se e si potrà spaziare tra le tante opzioni possibili.

La corsa. Una delle attività fisiche più adatte per svegliare il metabolismo è la corsa che, tra le altre cose, aiuta a bruciare anche una certa dose di calorie. La si può svolgere autonomamente uscendo all’aperto o da effettuare sul tapis roulant quando fuori piove. In ogni caso si tratta di un’attività perfetta per sentirsi meglio, tornare in forma, scaricare lo stress, caricarsi di endorfine e, ovviamente, dare una smossa al metabilismo.

La sala pesi. I pesi sono da sempre una delle strategie vincenti per un metabolismo più veloce e questo perché agendo direttamente sui muscoli intervengono anche sul metabolismo che, di conseguenza, sarà più veloce. Anche in questo caso, a meno di non essere esperti, è meglio affidarsi a qualcuno che sia in grado di indicare la quantità di pesi da usare in base alla struttura fisica che si ha e ai risultati che si vogliono ottenere. Il fisico, infatti, se stressato dal troppo lavoro, tende a funzionare peggio.

Lo spinning. Sempre in palestra è possibile sperimentare lo spinning. Si tratta di andare in bicicletta seguendo però dei ritmi molto sostenuti. Si fa in gruppo con l’aiuto della musica e oltre a far davvero bene al metabolismo è ottimo per tornare in forma e per sentirsi più energici anche dal punto di vista mentale. Ovviamente vanno seguite anche qui delle regole che solitamente vengono spiegate dall’istruttore prima di iniziare.
Oltre allo spinning esiste una versione ancora più dinamica chiamata Sprint, da eseguire sempre in palestra e dietro le indicazioni dell’istruttore.

Fare attività miste. Se si è pratiche di allenamento e si preferisce restare in casa, sul web ci sono diversi corsi per allenarsi senza uscire. Si tratta di work out studiati da personal trainer esperti e che mixano attività cardio a pesi. Solitamente si tratta di sessioni che vanno dai 30 ai 50 minuti e sono tutte ottime scelte per svegliare il metabolismo e tonificarsi là dove si vuole.

Basta davvero poco per rimettersi in forma, sentirsi meglio con se stesse e aiutare il metabolismo ad essere più efficiente. In questo modo, oltre a sentirsi meglio ci si potrà concedere qualche sfizio alimentare in più e tutto senza sensi di colpa ma con la consapevolezza che si sta già facendo tutto il possibile per prendersi cura di se e della propria forma fisica.