Home Salute e Benessere 11 alimenti fabbricati in Cina ed importati da non consumare

11 alimenti fabbricati in Cina ed importati da non consumare

CONDIVIDI

Ecco un elenco di alimenti cinesi contenenti sostanze pericolose che dobbiamo evitare

aglio proprietà
Fonte: IStock

La Cina è il maggiore esportatore mondiale di prodotti alimentari. Questo paese utilizza metodi e tecniche innovativi per portare i suoi prodotti sui mercati mondiali il più rapidamente possibile e ad un costo inferiore. Non a caso, molti alimenti subiscono le conseguenze di queste economie di scala.

L’elenco dei cibi pericolosi importati dalla Cina che sarebbe meglio evitare

Salsa di soia Shoyu (Istock)

1 – Il succo di mela

Nel 2011, il dott. Mehmet Oz ha affermato che il succo di mela cinese conteneva una quantità molto elevata di arsenico. Un’altra ricerca pubblicata dalla rivista Consumer Reports ha mostrato che il 10% del succo di mela cinese analizzato aveva superato i livelli standard di arsenico. L’arsenico trovato nei prodotti non era organico ma al contrario tossico e pericoloso. Se i bambini assumevano una quantità significativa di succo, potevano avere gravi problemi di salute.

2 – Il sale industriale

La Cina è il più grande produttore di sale al mondo. Tuttavia, a causa dell’inquinamento marino, il sale che mangiamo contiene microplastiche pericolose per la salute. Gli studi hanno dimostrato che una persona ingerisce ogni anno 5800 particelle di detriti sintetici provenienti dal sale marino, tra le altre fonti alimentari pericolose.

3 – Cod e Tilapia

Questi due tipi di pesce vengono allevati intensamente in Cina. A causa delle acque reflue, dei rifiuti industriali e dei pesticidi, questi pesci diventano particolarmente tossici e comportano un rischio intrinseco per la salute del consumatore.

4 – Pollo

La Cina è uno dei paesi con il più alto rischio di influenza aviaria al mondo. L’ultima contaminazione risale all’inizio del 2019 quando le autorità hanno annunciato un nuovo focolaio di influenza aviaria H5N6 nella città di Lijiang.

5 – Aglio

Secondo le leggi che governano il paese, gli agricoltori cinesi sono obbligati a spruzzare le loro piantagioni di pesticidi contenenti bromuro di metile per combattere la proliferazione di insetti. E anche se il governo prevede di rimuovere una dozzina di pesticidi altamente tossici entro il 2022, i prodotti agricoli cinesi rimangono pericolosi per la salute.

6 – Funghi

Per mantenere il loro aspetto, i funghi vengono spruzzati con agenti cloranti e altre sostanze particolarmente pericolose per la salute. Un articolo pubblicato su Telegraph ha rivelato che alcuni funghi importati dalla Cina avevano effetti radioattivi.

7 – Piselli

Un rapporto della Ong Greenpeace ha rivelato che un numero significativo di piante importate dalla Cina erano state contaminate con alti livelli di pesticidi. Anche i piselli surgelati dell’Impero medio devono quindi essere evitati.

8 – La salsa di soia

Secondo un report della BBC, la Food Standards Agency ha avvertito i consumatori degli effetti potenzialmente dannosi drlla salsa di soia e del suo contenuto di 4-metilimidazolo, un composto particolarmente pericoloso per la salute.

9 – Le perle di tapioca

Nel 2012, i ricercatori dell’ospedale universitario di Aquisgrana in Germania hanno trovato composti tossici nelle perle di tapioca, come spiegato dai nostri colleghi di Huffpost. Questi prodotti possono influenzare il sistema immunitario, il sistema nervoso e il sistema endocrino.

10 – Alimenti in scatola

Secondo the Guardian, le pesche in scatola importate dalla Cina sarebbero particolarmente pericolose per la salute. Anzi, conterrebbero il doppio di piombo rispetto alla soglia autorizzata.

11 – Gamberetti

ABC News afferma che i gamberetti importati dalla Cina vengono allevati in condizioni deplorevoli. In effetti, il canale riferisce che la Food and Drug Administration ha rivelato che i gamberi e altri frutti di mare provenienti dalla Cina contengono pesticidi e altri composti che sono estremamente dannosi per la salute.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI