Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dieta giapponese, i benefici per il fisico e la prevenzione

Dieta giapponese, i benefici per il fisico e la prevenzione

CONDIVIDI

Nuovi studi dimostrano che la dieta giapponese, come quella mediterranea, è la più efficace per la prevenzione di molte malattie

sushi fresco
iStock Photo

La dieta mediterranea ha una nuova rivale. Perché la dieta giapponese, che poi in realtà è solo un modo sano di mangiare esattamente come il nostro, funziona. Anzi, la vita media da quelle parti si è allungata fino a 85 anni mentre in Italia arriva a 79 anni.
La verità è che sia la dieta mediterranea che la dieta giapponese da tempo sono state promosse come le più salutari al mondo. A confermarlo è l’Unesco che dal 2014 le ha dichiarate entrambe come patrimonio immateriale dell’umanità. Ma adesso arrivano anche dei dati scientifici che confermano la bontà di questa alimentazione.

In particolare quelli per la prevenzione del tumore alla prostata. La dieta giapponese sarebbe infatti in grado di produrre una molecola chiamata Equol, generata dall’intestino quando viene digerita la soia. Una molecola che sarebbe in grado di bloccare l’azione di un ormone maschile, il DHT, collegato all’ipertrofia prostatica e al tumore. In più alcuni studiosi della Columbia University evidenziano come questa dieta, quasi priva di grassi, aiuta anche nell’affrontare la malattia.

Ma ci sono altri numeri importanti. La riduzione del rischio per il morbo di Parkinson è del 46% con mediterranea e del 50% con la giapponese. Invece per l’ictus è del 25% con la dieta mediterranea e del 22% con quella giapponese. O ancora, quella per il cancro è del 35% con la dieta mediterranea e del 27% con la dieta giapponese.

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle proprietà degli alimenti e sulle strategie per mantenerti sempre in forma e in salute CLICCA QUI!

Dieta giapponese, cosa portiamo in tavola?

Fonte: Istock

Quali sono le particolarità della dieta giapponese? Ci sono molti alimenti vegetali, come nella nostra alimentazione. In Giappone c’è grande consumo di riso, che per loro è come per noi la pasta. Ma anche di verdure, comprese alghe e radici, soia e spezie.
Una serie di acidi grassi, fibre e sali naturali essenziali per il fisico. Sono loro infatti che danno all’organismo una protezione importante contro l’invecchiamento delle cellule e i processi infiammatori. Ma servono anche per prevenire quali patologie tumorali e cardiovascolari, oltre ad alcune forme di diabete mellito

Tra i punti essenziali di questo regime dietetico c’è un grande consumo di pesce, ancora maggiore rispetto a quelli che facciamo in Italia. Si tratta di una dieta povera di grassi e zuccheri ma ricca di cibi con molti antiossidanti.
Alla fine sono più gli elementi in comune che le differenze. Tanta verdura, tanta frutta, tanto pesce con Omega-3 essenziali. Ecco perché anche la dieta giapponese funziona.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI