Home Gossip Nadia Toffa, gli aneddoti sconosciuti prima e dopo la malattia

Nadia Toffa, gli aneddoti sconosciuti prima e dopo la malattia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30
CONDIVIDI

Davide Parenti, autore di Le Iene, racconta una serie di aneddoti ancora sconosciuti su Nadia Toffa, i suoi esordi e il periodo della malattia.

«Ha superato tutto Nadia nella vita: ha avuto a che fare con una molestia e l’ha superata, con disturbi alimentari e li ha superati, con amici morti per eroina e l’ha superato. Eravamo tutti in modalità invincibili»

A parlare è Davide Parenti, conosciuto per l’ideazione di trasmissioni come Milano-Roma e, soprattutto, Le Iene.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nadia Toffa, Silvia Toffanin e quel ricordo dell’amica scomparsa

Lui con Nadia ha lavorato a lungo, la conosceva bene e, soprattutto, ne ha seguito gran parte del percorso lavorativo che, per una come la Toffa, coincide al 90% con il percorso di vita.

«Una capacità produttiva superiore alla media. Ha dedicato la sua vita al lavoro», prosegue Davide Parenti e inizia così una piccola narrazione che illustra alcuni aneddoti e dettagli ad oggi ancora ignoti riguardanti Nadia Toffa. Un modo intimo e molto particolare per conoscere meglio una donna straordinaria.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda gossip, programmi tv e reality e i suoi concorrenti CLICCA QUI!

Nadia Toffa, aneddoti sconosciuti

Fonte: Instagram @nadiatoffa

Il racconto di Davide Parenti non poteva che partire dall’arrivo a Mediaset di Nadia Toffa:

«Mollò la tv di Brescia per venire qui senza nessuna garanzia. Ci credeva e basta. E in un anno ce l’ha fatta. Non solo ad entrare nella squadra, ma anche a farsi voler bene da tutti».

Nadia ci mise veramente poco a farsi amare e, soprattutto, apprezzare da tutti. Del resto non era certo lo spirito deciso a farle difetto:

«Non sapeva come tenere i capelli, alla fine ha fatto un bel taglio deciso ed è diventata la Toffa che tutti ricordiamo»

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nadia Toffa difese la chemio contro Eleonora Brigliadori

Arrivò poi l’inizio della malattia, la prima terribile diagnosi, la speranza dopo l’intervento e la seconda operazione, quella con un esito che non lascia speranze. Eppure Nadia convinse se stessa e tutte le Iene che, chissà, forse un miracolo, una speranza, perché no, tutto poteva ancora accadere.

La realtà però poi giunse con la forza di un ciclone, una tempesta che però non potè abbattere Nadia. Alle ultime puntate delle Iene a maggio «Nadia voleva esserci a tutti i costi, anche se fisicamente non stava piedi».

Arrivò poi anche il momento del silenzio e poi il capitolo finale, il 13 agosto 2019.

«Abbiamo fatto il funerale più bello che potevamo fare — si commuove Davide — tutta la famiglia delle Iene era lì. Abbiamo preso un albergo a Brescia , abbiamo mangiato, bevuto, riso e pianto. E ne siamo usciti molto più forti»

Forse è proprio questo il segreto di Nadia Toffa, che poi un segreto non è: la sua capacità di fare famiglia, di essere aggregante, di esser in primo piano e al tempo stesso parte di un gruppo con cui poi ha fatto casa. Senza dubbio ci sono dei dettagli di Nadia Toffa che non conosciamo ma viene da pensare che le sue qualità migliori sono sempre state lì, in primo piano, note a tutti coloro che hanno avuto modo di ascoltarla e seguirla nella sua più che brillante carriera.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

“Emma Marrone sarà la prossima dopo Nadia Toffa”: gli haters attaccano

Nadia Toffa, l’omaggio di Taranto commuove tutti: video

Nadia Toffa, l’ultimo video per «Le Iene» in onda martedì 1 ottobre