Home Bellezza Capelli Permanente riccia: come avere capelli ricci e naturali

Permanente riccia: come avere capelli ricci e naturali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:58
CONDIVIDI

La permanente riccia è una tecnica a cui ricorrono tante donne che desiderano i capelli ricci e vogliono sfoggiarli tutti i giorni. Scopriamo come farla

Permanente riccia Fonte: Istock-Photos

La permanente riccia è una moda degli anni ottanta, che è stata utilizzata da tantissime donne, ma ancora oggi è di tendenza. E’ una tecnica che rende i capelli ricci o molto ricci, sono molte le donne che ricorrono a tale tecnica, soprattutto quelle che hanno i capelli ultra lisci o leggermente mossi.

E’perfetta anche chi desidera un riccio definito e perfetto. Spesso si tende ad associare la permanente a danni della struttura del capello, ma oggi questa tecnica non è più così aggressiva e può essere eseguita con meno timore. Le nuove tecniche adattate dai parrucchieri permettono anche di eliminare il crespo, creando capelli più o meno voluminosi, inoltre la permanente permette anche di creare un effetto ondulato.

Scopriamo come si fa la permanente e quanto dura.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la bellezza, i capelli e le strategie per vivere al meglio la tua vita CLICCA QUI!

Permanente: tipologie

La permanente riccia può essere classificata in diversi tipi, si differenziano nel risultato finale.

  1. Permanente mossa: è indicata alla donne che vogliono un capello leggermente riccio. Si esegue con dei bigodini più grandi, si lascia riposare per 30 minuti.
  2. Permanente più leggera: crea dei ricci meno definiti, i tempi sono molto più ridotti della precedente permanente. Il vantaggio è che il trattamento è meno dannoso per i capelli.
  3. Permanente per chi ha già i capelli ricci naturali: in questo caso si definiscono i ricci, rendendoli più ordinati e mai fuori posto.

Come fare la permanente

La permanente si può fare anche a casa, basta acquistare un kit specifico. Si inizia a lavare i capelli, poi si asciugano con un asciugamano per eliminare l’acqua in eccesso. L’importante è che i capelli devono essere umidi per ottenere un buon risultato. Successivamente si pettinano con una spazzola o con un pettine, ma a denti larghi per eliminare eventuali nodi.

Potrebbe interessarti anche: Caduta dei capelli: cause principali, alimentazione e rimedi

Indossate una mantellina sulle spalle e i guanti monouso, applicate un pò di vasellina sul collo, orecchie e fronte, in modo da proteggere la pelle dall’effetto aggressivo del composto chimico. Scegliere i bigodini in base all’effetto riccio che si vuole ottenere, con l’aiuto di un pettine dividere la chioma in sezioni per facilitare l’operazione.

Prendete piccole o grandi ciocche, sempre in base all’effetto desiderato e agganciate i bigodini alla parte superiore fissandoli con forcine e carta velina. Poi avvolgente  le ciocche verso il basso, applicate una lozione ondulante per permanete, che avete acquistato in cosmetica, iniziando dal cuoio capelluto.

Massaggiate la cute e lasciate agire il prodotto per il tempo indicato e in base all’effetto desiderato. Coprire i capelli con un asciugamano, poi trascorso il tempo sciacquare con cura ed attenzione, con abbondante acqua tiepida. Applicare il neutralizzatore che va a ricostituire i legami chimici precedentemente spezzati stabilizzando così la nuova forma della chioma rendendola appunto “permanente”.

Questo passaggio è fondamentale per un’ottima resa, se non viene eseguito correttamente potrebbe recare danni ai capelli. Per questo motivo a volte è preferibile rivolgersi ad un professionista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>> Donne over 50, i capelli: taglio e colore ideali

Consigli

La permanente indubbiamente è bella ma richiede molte attenzioni e cure particolari per mantenerla, perciò se non si vogliono commettere errori è importante affidarsi ad un buon professionista. Dopo aver fatto la permanente, è consigliabile utilizzare uno shampoo specifico e delle maschere nutrienti e idratanti. I capelli risulteranno più morbidi e voluminosi.

Potrebbe interessarti anche: Shampoo, Balsamo e Tonico per idratare i capelli fai da te

Non bisogna mai fare la tintura e la permanente nella stessa giornata, ci deve essere almeno una distanza minima di almeno 2 settimane l’una dall’altra. Questo è di fondamentale importanza in modo da evitare che le componenti chimiche dei trattamenti possano reagiscano tra di loro. La permanente non bisogna farla più di 3 volte l’anno. I capelli dopo la permanente si possono fissare con degli spray vitalizzanti o schiume per capelli.

Quanto dura

Se il trattamento è stato eseguito bene, può durare dai 3 ai 5 mesi, se è quella mossa, mentre quella riccia, può durare qualche mese in più. Sicuramente i ricci diventeranno meno definiti e più morbidi.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI