Home Salute e Benessere Psiche Ecco perché piangere aiuta a stare bene

Ecco perché piangere aiuta a stare bene

CONDIVIDI

Piangere è utile tanto quanto ridere. Entrambe le emozioni aiutano a liberare energie positive e negative. Il pianto, anche se a volte non sembra, è un bene per la salute fisica e mentale.

piangere aiuta Piangere aiuta a stare bene – Fonte: Pixabay

Per pianto si intende comunemente l’atto di rilasciare lacrime in risposta ad un’emozione, sia essa negativa, dovuta al dolore, o positiva, dovuta a una gioia.
Piangere aiuta a rilasciare adrenalina e noradrenalina, ormoni che fanno entrare il corpo in uno stato di rilassamento e sollievo. Dopo aver pianto le persone si sentono più rilassate, perché il corpo, attraverso le lacrime, rilascia sostanze come il cortisolo che, a sua volta, genera endorfine e antidolorifici naturali.

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle strategie da seguire per vivere al meglio la tua vita CLICCA QUI!

Ecco perché piangere aiuta mentalmente e fisicamente

Piangere fa bene – Fonte: Pixabay

1. Piangere ci libera dallo stress

Il nostro organismo produce le lacrime nei momenti più felici e tristi della nostra vita. Quando si è esposti alle preoccupazioni, lo stress non dà la possibilità di pensare. Tuttavia, attraverso il pianto ci si sente più rilassati perché ogni lacrima rilascia alte dosi di corticotropina. Inoltre, quando si piange si versano prolattina e leucina, che sono antidolorifici naturali. Per farla breve, piangere è una reazione chimica per alleviare il dolore e ridurre lo stress.

2. Attraverso il pianto si riduce il malumore

Quando siamo di malumore ci sentiamo stanchi, depressi o ansiosi. In questi casi piangere aiuta a sfogarsi e, di conseguenza, aumenta la quantità di endorfine nel nostro corpo che, a loro volta, aiutano a ritrovare il buon umore.

3. Piangere aiuta a sopportare il dolore

Il pianto è uno strumento di vitale importanza quando si tratta di liberare le emozioni negative. Le lacrime aiutano quindi a superare il dolore e risollevare il nostro stato d’animo, fornendo una piacevole sensazione di benessere.

4. Le lacrime sono un calmante naturale

Uno dei più grandi benefici del pianto è che esso riesce a calmare l’angoscia.
Ad esempio, piangere disperatamente dopo la morte di una persona cara è perfettamente normale ed è l’unica cosa che da sollievo in un momento del genere.
Se invece piangere fa parte della nostra vita quotidiana e non si riesce più a dormire, si smette di mangiare, si perde peso e si è affetti da un grave stato di apatia, allora è necessario consultare un medico, poiché in questo caso il pianto potrebbe essere segno di squilibrio mentale.

Scritto da: LUCIA SCHETTINO

Potrebbe interessarti anche >>>

Rimugini troppo? Scopri come smettere

Perché uscire dalla zona di confort fa bene all’anima

Ecco 5 cose che ti stanno rovinando la vita

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI