Perché uscire dalla zona di confort fa bene all’anima

La zona di confort è quella condizione che ci siamo creati ed in cui ci sentiamo a nostro agio. Le abitudini, le relazioni, gli oggetti, sono tutte cose dalle quali facciamo fatica a separarci. Allora perché uscire dalla comfort zone ci fa così bene?

uscire dalla zona di confort Uscire dalla zona di confort – Fonte: Pixabay

Nella zona di confort tutto ci appartiene, tutto ci è familiare e non c’è pericolo di essere colti di sorpresa da qualche situazione fuori dal comune.

Molto spesso il cambiamento spaventa e, di conseguenza, si evitano situazioni che potrebbero turbare la nostra stabilità. Infondo perché cambiare le cose se si sta bene nella propria routine?

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda il benessere e le strategie da mettere in atto per una vita sempre al top CLICCA QUI!

Perché è importante uscire dalla zona di confort?

donna uscita dalla sua zona di confort Compiere il salto verso la libertà Fonte: Pixabay

La zona di confort è come una bolla nella quale ci si sente sicuri, ed anche se talvolta non ci si sente soddisfatti, uscire da quella bolla fa paura a tal punto da preferire  accontentarsi piuttosto che vivere la vita che si desidera.

È la mente che controlla le nostre vite, e molto spesso senza accorgercene siamo prigionieri di noi stessi. Uscire dalla zona di confort è utile perché ci si rende davvero conto di cosa si desidera, dopotutto la vita vissuta nella bolla è una felicità illusoria.
Uscire dalle nostre abitudini significa imparare qualcosa tutti i giorni, conoscere gente nuova e provare emozioni mai provate prima.
Rompere gli schemi spaventa, ma una volta che ci si riesce la strada è tutta in discesa e si guadagna fiducia in se stessi.

Non bisogna avere paura di guardare cosa c’è al di là delle nostre conoscenze, perché altrimenti non staremmo vivendo la nostra vita, staremmo solo riposando nella famosa bolla che ci siamo costruiti.

Come riuscire ad uscire dalla comfort zone

Affrontare le proprie paure è il primo passo per riuscire ad uscire dalla felicità illusoria che ci si crea. Bisogna avere una conversazione seria con se stessi e capire cos’è che desideriamo davvero. Una volta che si è riusciti ad ascoltare la propria voce interiore, bisogna solo seguirla e, a piccoli passi, abituare la mente al cambiamento che abbiamo sempre cercato ma che non abbiamo mai avuto il coraggio di affrontare. Realizzare un viaggio in solitaria potrebbe essere un buon modo per uscire dalla propria comfort zone.

La forza di volontà è un fattore chiave per riuscire nell’intento, è necessaria una grande forza interiore per riuscire a realizzare il cambiamento.
Più facile a dirsi che a farsi, vero? Ma vale la pena provarci, perché una volta che ci si riesce l’autostima cresce a dismisure e magari si scopre anche di avere dei talenti nascosti fino a quel momento.

La vera vita comincia dove finisce la zona di confort, ed in quel momento si inizia a provare una delle sensazioni migliori del mondo: stare in pace con se stessi.

Di: LUCIA SCHETTINO

Leggi anche:

Come volersi bene in cinque mosse

Ecco 5 cose che ti stanno rovinando la vita

I segni che hai poca autostima e che è ora di cambiare

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI