Home Senza categoria Aquajump: ecco il nuovo modo di allenarsi in piscina

Aquajump: ecco il nuovo modo di allenarsi in piscina

CONDIVIDI

Ha spazzato via persino l’acquagym, ormai frequentatissima e amatissima da tutti: ora per allenarsi in piscina è tempo di aquajump. Scopri di più..

aquajump
Persone che si allenano in acqua, IStock

Acquagym e aquajump: sembrano simili, eppure non lo sono. La prima è stata ed è tuttora una disciplina amatissima e praticata da molti, dai giovani alle persone anziane, e ha fatto riscoprire i benefici dell’esercizio in acqua anche quando le stagioni fredde non permettono di allenarsi al mare.

L’acquagym infatti è stato un modo rivoluzionario per ripensare gli esercizi di aerobica in acqua, facendo lavorare ancor di più alcune zone specifiche del nostro corpo, combattendo la cellulite e migliorando la salute della nostra schiena.

Eppure, per quanto sia benefica, a lungo andare l’aerobica può risultare ripetitiva e noiosa: ciononostante l’allenamento in acqua non va necessariamente abbandonato, ma anzi può essere reinventato e svolto in maniera più divertente ottenendo comunque buoni risultati sul proprio corpo.

L’aquajump si basa proprio su questa idea: dei tappeti elastici sono fissati sul fondo della piscina e non bisogna far altro che saltarci sopra seguendo il ritmo della musica di sottofondo in piscina.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno su tutte le notizie della categoria fitness, CLICCA QUI!

Aquajump: cos’è e perché fa bene

aquajump
Ragazza in piscina, IStock

Questo tipo di disciplina si rivela utile specialmente per la zona dei glutei e per i muscoli delle gambe, oltre che per la circolazione sanguigna e per lo smaltimento delle calorie in eccesso.

Faticoso? Decisamente sì, ma regala soddisfazioni. Proprio per questo si consiglia di iniziare gradualmente e di non avere fretta: i risultati arriveranno, ma almeno all’inizio è fondamentale iniziare con lezioni brevi, per poi aumentare il ritmo e raggiungere, infine, i 30 minuti di allenamento.

Ultima – ma non per importanza – variante dell’allenamento in acqua è poi il “boxing splash“, che si serve invece degli esercizi del “kick boxing” e della “sparringball”, ovvero la palla da boxeur. Un allenamento molto dinamico da svolgere sempre con della buona musica di sottofondo che faccia da giusta carica: chi l’ha detto che fare esercizio in acqua è ancora noioso?

Da Vanity Fair

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

Fitness e forma fisica: cosa fare quando la palestra non dà risultati?

Fitness: come restare in forma con un allenamento di soli sette minuti

Fitness: Scegli il tipo di corsa che fa per te in base alle tue caratteristiche