Home Curiosita Voleva perdere peso per il suo matrimonio, giovane sposa perde la vita

Voleva perdere peso per il suo matrimonio, giovane sposa perde la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29
CONDIVIDI

Una futura sposa muore dopo aver provato a perdere peso per il suo matrimonio in seguito a gravi complicazioni dell’intervento di baypass gastrico.

L’obesità è una malattia che si verifica principalmente quando la persona ha una vita sedentaria, non svolge alcuna attività fisica, pur avendo un apporto alimentare significativo: il corpo inizia quindi a immagazzinare senza avere la possibilità di bruciare l’eccedenza calorica e accumula significativo grasso corporeo che risulta impossibile smaltire anche ricorrendo a diete drastiche. Da qui la necessità di ricorrere all’intervento chirurgico. I risultati di questo tipo di intervento possono essere convincenti, ma in alcuni casi possono verificarsi delle complicanze significative. Questo è il caso di questa giovane donna che stando a Mirror, per sembrare più snella nel giorno del suo matrimonio, ha perso la vita.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Obesità e bypass gastrico, possibili complicazioni dell’intervento

Esistono rischi patologici che possono accompagnare l’obesità, oltre per un fattore estetico, molte persone ricorrono alla chirurgia per l’obesità per preservare la loro salute da possibili complicazioni.

Il bypass gastrico ha avuto successo in molti casi di obesità. Si basa sulla riduzione delle dimensioni dello stomaco della persona e sul cambiamento del suo sistema alimentare iniziale del corpo, nonchè del cambiamento delprocesso di assimilazione del cibo.

Complicazioni dell’intervento

Sebbene i rischi di questa operazione non siano comuni, non dovrebbero essere trascurati in nessuna circostanza. Durante l’intervento, il paziente può rischiare:

– emorragia;

– Una fistola: che è definita come una connessione anormale tra due organi del corpo;

– Un ascesso

Per quanto riguarda le complicanze postoperatorie, che sono altrettanto rare, il paziente può sperimentare sanguinamento, ulcere gastriche, deficienze nutrizionali o vomito.

Conseguenze dell’operazione

Anche se il paziente perde parecchi chili, le conseguenze legate al funzionamento del suo corpo accompagnano il risultato estetico ottenuto:

– Una diminuzione dell’appetito che si spiega con un basso tasso di grelina: il secondo è l’ormone della fame;

– cattiva digestione degli alimenti zuccherini, che può portare a nausea, disagio, crampi o anche diarrea;

– Difficoltà a mangiare e mangiare correttamente: con uno stomaco più piccolo ora, le quantità cambiano e diventano considerevolmente più piccole.

Oltre ai suddetti rischi, è importante notare che anche la morte potrebbe sopraggiungere.

Un’operazione che finisce male

Dopo essere stata spesso derisa per il suo aspetto, Jana Moreels ha deciso di cambiare il suo corpo subendo un bypass gastrico poco prima del giorno del suo matrimonio. Desiderava essere più magra per l’arrivo del D-Day; Un’operazione fatta in una prospettiva puramente estetica.

Dopo aver lasciato l’ospedale, la giovane donna ha iniziato a provare dolore alla schiena, un dolore che si è intensificato solo nel tempo. Dopo due viaggi di andata e ritorno in ospedale, gli è stata diagnosticata un’embolia polmonare e un infarto polmonare. L’embolia polmonare è una complicanza dell’infarto polmonare ed è definita come “la presenza di un coagulo di sangue che ostruisce un’arteria coronaria”. Complicazioni a cui è stato aggiunto insufficienza epatica, che è un’anomalia nelle cellule del fegato. Inoltre, era necessario un trapianto di questo organo. Il primo fallì, un secondo trapianto venne eseguito successivamente ma non ebbe esito positivo; Jana Moorels perse la vita in ospedale.

Jana Moorels ha avuto una tragica fine a causa di un’operazione che non era necessaria. I risultati non sono gli stessi per tutti. Ogni persona e ogni corpo è un caso speciale e diverso dagli altri. Ma in ogni caso si consiglia di avere un post operatorio :

–  seguito da un medico di qualità;

– in cui si seguono i consigli nutrizionali del medico;

– in cuisi presta attenzione a evitare carenze nutrizionali;

– in cui si associa alla dieta un’attività fisica.

Fonte: Santè+

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI