Home Salute e Benessere Psiche Sonno e salute mentale: gli universitari stanno male

Sonno e salute mentale: gli universitari stanno male

CONDIVIDI

Studio, concentrazione e preparazione degli esami: il sonno e la salute mentale degli studenti universitari dipende principalmente da questo. Scopri di più

sonno salute mentale universitari
Studentessa, IStock

Tanto studio, concentrazione che si trasforma in ansia, e necessità di preparare gli esami e superarli al meglio: la vita di uno studente universitario si scandisce (soprattutto durante le sessioni d’esame) in questo modo, facendo però vacillare la salute mentale.

A parlare di questo stato e di questo vero e proprio “modus vivendi” è ora una ricerca statunitense che ha osservato la vita di oltre 100.000 studenti universitari e anche i risvolti a partire dal loro ciclo del sonno.

Lo studio ha rivelato un dato sconcertante: pare infatti, che per ogni notte in cui si dorme poco aumenta del 20% il rischio di incorrere in problemi di salute mentale. A dirlo sono i ricercatori Thea Ramsey e Michael Grander: dormire poco quando si studia influenzerebbe l’umore, l’ansia, la solitudine, l’autolesionismo e, in casi più gravi, anche l’idea del suicidio.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno su tutte le notizie delle categorie salute e benessere, psiche, CLICCA QUI!

Sonno e salute mentale: gli studenti universitari non vivono bene, lo dice uno studio

sonno salute mentale universitari
Studentessa, IStock

In particolar modo, per ogni notte in cui si dorme troppo poco, la solitudine rischia di aumentare del 19%, l’umore triste e/o depresso del 21%, l’ansia come il desiderio di autolesionismo del 25%, l’idea del suicidio del 28% e l’esaurimento del 29%.

A dare una spiegazione più approfondita di questi dati è Raman Malhotra, professore di neurologia alla Washington University School of Medicine di St.Louis: È sorprendente notare la forte relazione tra sonno insufficiente e molteplici domini di salute mentale. Questo è un risultato importante dato che i problemi di salute mentale sono comuni in questa classe di età e, purtroppo, lo è anche il sonno insufficiente”.

E infine da un consiglio: “Gli operatori sanitari e le università dovrebbero fare maggiore informazione sulla necessità di dormire una quantità di ore adeguata di sonno, non solo per aiutare la salute fisica generale, ma anche quella mentale”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

Come risolvere i problemi che disturbano il sonno con la giusta posizione

Due giorni di ferie per concentrarmi sulla mia salute mentale: la risposta del capo lascia a bocca aperta

Scuola: studenti italiani tra i più stressati d’Europa