Home Attualità

Due giorni di ferie ” per concentrarmi sulla mia salute mentale”: la risposta del capo lascia a bocca aperta

CONDIVIDI
iStock Photo

Buongiorno, mi prenderò oggi e domani di riposo per concentrarmi sulla mia salute mentale. Conto di tornare settimana prossima ricaricata e al 100%. Grazie, Madalyn

Questa mail, inviata da Madalyn Parker per informare l’ufficio del motivo della sua assenza, si è rivelata essere l’inizio di un vero e proprio caso per il web, un’occasione unica per scoprire che al mondo esistono ancora datori di lavoro umani, comprensivi e aperti.

Questa mail, inviata da Madalyn Parker per informare l’ufficio del motivo della sua assenza, si è rivelata essere l’inizio di un vero e proprio caso per il web, un’occasione unica per scoprire che al mondo esistono ancora datori di lavoro umani, comprensivi e aperti.

Madalyn lavora alla Olark, società intenta a produrre un software per aggiungere una chat al proprio sito internet. Inutile dire che la mail della ragazza non risulta propriamente comune: quanti di noi annuncerebbero serenamente la scelta di usufruire di due giorni di ferie non per partire o per cause di forza maggiore ma semplicemente per prendersi cura della propria mente? Nove capi su dieci risponderebbero nel migliore dei casi facendosi uan grassa risata, nel peggiore indicandoci la porta per un defininitivo addio. Ben Congleton, CEO dell’azienda in questione, fa però parte di quel 10% dei boss capaci ancora oggi di sorprenderci. La sua risposta alla mail di Madalyn ha infatti lasciato tutti a bocca aperta:

Hey Madalyn, voglio ringraziarti personalmente per aver mandato una mail del genere. Ogni volta che lo fai mi serve per ricordare quanto sia importante utilizzare i giorni di malattia anche per la propria salute mentale — Non posso credere che non sia normale per molte organizzazioni. Sei un esempio per noi, e ci aiuti ad abbattere la vergogna, così possiamo venire a lavoro tutti d’un pezzo

La ragazza stessa ha ritenuto le parole utilizzate dal suo capo così esemplari da meritare di uscire dai canali di comunicazione dell’ufficio e sbarcare su quelli di Twitter, così da esser noti all’intero Pianeta.

Molti utenti non hanno esitato ad esprimere il proprio plauso per un capo tanto lungimirante e umano, mentre qualcuno ha provato a insinuare il dubbio non tanto sulla risposta ricevuta quanto sull’opportunità della scelta della stessa Madalyn: la preoccupazione per la salute mentale può esser considerato valido motivo per stare a casa? Per simili motivi non sarebbe più opportuno parlare di vacanze che di malattia? Anche per loro Madalyn ha trovato però la risposta più appropriata:

Tenerle separate mi aiuta a ragionarci sopra. Mi sono presa un intero mese la scorsa estate per un ricovero temporaneo e quella è stata un’assenza per malattia. Dopo mi sentivo ancora autorizzata a prendermi le ferie perchè non le avevo usate e sono un concetto diverso

Se lavori con un capo da sogno anche la gestione delle tue ferie e malattie può a quanto pare esser degna diuna fiaba alieto fine. Quanta fortuna Madalyn!