Home Salute e Benessere Psiche Attacchi di panico e ansia, come riconoscerli e superarli da sola

Attacchi di panico e ansia, come riconoscerli e superarli da sola

CONDIVIDI

Attacchi di panico e ansia, come superarli? Ecco come calmarti da sola quando l’agitazione prende il sopravvento

ansia da prestazione
Ansia e attacchi di panico

L’attacco di panico o gli episodi di ansia sono riconoscibili da alcune reazioni emotive e sintomi fisici ben precisi: tachicardia, tremore, sudorazione, nausea, paura, giramenti di testa e necessità impellente di correre al bagno sono alcuni di questi.

Spesso questi episodi possono insorgere a seguito di un evento tramautico ben preciso, oppure possono presentarsi improvvisamente senza una reale causa scatentante: in particolare questo secondo caso è tipico di periodi della vita caratterizzati da cambiamenti o traguardi imminenti, come la laurea o il matrimonio.

Se l’attacco di panico o di ansia è un episodio singolo che non scatena in seguito una sensazione di paura e controllo persistente, potrebbe trattarsi di un caso isolato in cui non è necessario alcun intervento medico.
Ma se la situazione inizia a sfuggirci di mano al punto tale da sentirsi continuamente in pericolo, da avere difficoltà a dormire o da evitare le normali relazioni sociali è il caso di sentire il parere di uno psicoterapeuta.

Vuoi essere sempre aggiornata su tutte le novità e i consigli riguardanti salute e benessere? CLICCA QUI

Attacchi di panico e ansia, cosa fare per calmarti da sola

ansia
Attacchi di panico e ansia

Abbiamo già accennato ai possibili sintomi fisici di un attacco di panico: dalla nausea alla sudorazione, passando per la paura e il senso di disorientamento, si tratta di sintomi assolutamente terrorizzanti per chi li vive e tuttavia praticamente innocui per l’organismo.

L’attacco di panico solitamente ha una durata che va dai pochi minuti a mezz’ora: un tempo relativamente breve, che può però sembrare infinito a chi lo vive.
La prima cosa da fare per superare gli attacchi di panico è trovare la forza di ripetersi che i sintomi sono innocui e che la paura e il terrore che proviamo sono in realtà privi di fondamento: lo sforzo deve essere quello di restare il più possibile ancorati alla razionalità.

Può essere molto utile anche applicare delle tecniche di rilassamento, come lo yoga o il training autogeno, sulle quali è fondamentale prepararsi tecnicamente in anticipo. Inoltre, sono di grande aiuto tutte le tecniche e gli esercizi in grado di controllare e rallentare il ritmo della respirazione.

Infine, per prevenire gli attacchi di panico e di ansia è importante svolgere una regolare attività fisica, che aiuta a ridurre lo stress; evitare caffeina, fumo e alcolici; praticare una dieta sana ed equilibrata per tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue, che possono scatenare i sintomi tipici dell’attacco.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI