Home Attualità

Giappone: ingenti i danni causati dal tifone Jebbi

CONDIVIDI
Fonte: Getty

Danni e foto del tifone che ieri ha devastato il Giappone.

Il Giappone è da sempre un paese dove terremoti e tifoni sono praticamente una costante. In questo periodo che da loro corrisponde alla stagione delle piogge, poi, la presenza di problemi di tipo climatico è quasi scontata. Eppure, questa volta, la forza del tifone, che nella giornata di ieri si è abbattuto nella parte occidentale del paese, ha sorpreso e spaventato anche loro: gli stessi che davanti ad ogni problema sanno come rialzarsi e che tendono a minimizzare eventi davanti ai quali molti altri si allarmerebbero. A travolgere il paese, infatti, è arrivato Jebi, un tifone forte come non se ne vivevano da più di 25 anni e che ne giro di poco è riuscito a creare diversi danni, provocando anche la morte di almeno 11 persone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Terremoto in Grecia: scossa avvertita fino in Puglia

Jebi, il tifone che ieri ha messo in crisi parte del Giappone

Fonte: Getty

Ad essere maggiormente colpite sono state le provincie di Osaka e Kyoto, colpite immediatamente da venti impetuosi e da piogge improvvise e violente. Il tutto ha creato danni indicibili a diverse strutture, portando ad almeno 11 morti e a circa 300 feriti, rendendo così necessari alcuni piani di evacuazione che hanno coinvolto circa 1,2 milioni di persone.
A subire i danni più evidenti sono state le line dei trasporti che per diverse ore hanno dovuto interrompere il loro servizio. Oltre ai treni e ai traghetti sospesi sono stati cancellati anche circa 800 voli con una maggior concentrazione negli aeroporti di Osaka e Nagoya.
Una vera bufera che ha spaventato tutti creando disagi di ogni genere e che quest’anno è stata solo l’ultima di tanti eventi che hanno compromesso la serenità del paese, sottoposto come non mai al passaggio di diversi tifoni (circa 21), ovviamente di potenza minore.
Tra i vari danni, si registrano quello del ponte che collega all’aeroporto di Osaka e che è stato fortemente danneggiato mentre l’aeroporto è rimasto allagato e pertanto chiuso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Ponte Morandi Genova, a tre settimane cade intonaco da autostrada A26

Molte persone sono rimaste bloccate dove si trovavano, dovendo aspettare i soccorsi mentre chi era in viaggio ha visto il proprio volo annullato, anticipato o posticipato per via dei danni sopra riportati.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI