Home Dieta e Alimentazione

La super dieta di Cristiano Ronaldo

CONDIVIDI
Fonte: Instagram.com/ronaldo

Tutti i segreti sull’ormai tanto chiacchierata dieta di Cristiano Ronaldo.

In questi giorni il calciatore Cristiano Ronaldo è tra i personaggi dello spettacolo più discussi per via del suo passaggio dal Real Madrid alla Juventus. A renderlo noto, però, oltre alla sua bravura e al cambio di vita che sta per attenderlo, ci sono anche la sua determinazione in quanto sportivo e la cura che ha per il proprio benessere. Secondo diverse fonti, alle quali si aggiunge lo stesso calciatore con tanto di foto postate sul suo account Instagram, Ronaldo è da sempre particolarmente attento alla propria alimentazione che, a detta di molti, è anche uno dei motivi del suo successo. Il calciatore, infatti, vanta una forma fisica semplicemente invidiabile e frutto di tanti sacrifici e di una perseveranza comune a pochi. Con solo il 7% di massa grassa, Cristiano riesce ad essere più atletico di giocatori ben più giovani di lui, vantando un fisico da invidia. Per questo motivo, noi di chedonna.it abbiamo deciso di mostrarvi la sua dieta, cercando di coglierne i segreti.

La dieta di Cristiano Ronaldo. Per essere sempre in perfetta forma

Fonte: Instagram.com/ronaldo

Con un fisico statuario che vanta una massa grassa del 7% ed una magra del 50% il solo allentamento non basta. Sportivo per eccellenza e costantemente in movimento, Cristiano Ronaldo ha come arma segreta proprio l’alimentazione, studiata appositamente per consentirgli l’energia che gli serve senza alcun eccesso.
Il nuovo asso nella manica della Juventus, infatti, è solito consumare un piccolo pasto ogni 3 o 4 ore il tutto per un totale di sei pasti al giorno, inseriti in un programma settimanale che lo vede impegnato in palestra almeno 5 giorni su 7.
Il suo menu, reso noto dallo chef della nazionale portoghese è molto semplice e a base di alimenti nutrienti e poveri di zuccheri raffinati. Scopriamo insieme una sua giornata tipo dal punto di vista alimentare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’indice glicemico: come funziona e cosa si mangia

Esempio di menu della dieta di Cristiano Ronaldo

Fonte: Instagram.com/ronaldo

Colazione: Spremuta di arance, uova, toast con prosciutto e formaggi magri
Spuntini: Frutta o verdura. Questi sono in genere uno o due.
Pranzo: Insalata con pollo nei giorni normali. Se prima di uno sforzo fisico particolare vengono inseriti invece dei carboidrati come pane o pasta integrale ai quali segue anche della frutta.
Merenda: Frutta
Cena: Carne bianca o pesce con riso o fagioli

I cibi espressamente evitati sono quelli a base di zuccheri raffinati, l’alcol e i cibi pre confezionati. Cose che si concede molto raramente e solo in vista di occasioni speciali durante le quali, però, preferisce darsi ai piatti tipici della sua terra, a qualche bicchiere di vino e ad una fettina di torta.
Durante il giorno beve litri di acqua per mantenersi costantemente idratato mentre quando si allena opta per bevande energetiche di tipo isotonico che si fa creare appositamente, in modo da evitare la presenza di zuccheri, sostituiti da carboidrati a lento rilascio ai quali fa aggiungere elettroliti e vitamine del gruppo B. Ovviamente, non va mai a dormire a stomaco pieno ma, specie dopo cena, attende almeno due ore prima di coricarsi.
Ciò nonostante punta molto anche sul riposo, tanto da dormire almeno 8 ore a notte e da concedersi qualche pisolino quando riesce.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta: come dimagrire facilmente dicendo addio all’effetto yo-yo

Insomma, la dieta di Cristiano Ronaldo è precisa e volta al suo benessere psico-fisico. Una scelta voluta dallo stesso calciatore che grazie al mix tra sport e cibo riesce ad avere le prestazioni di un ventenne, mantenendosi in piena forma e rappresentando la risposta vivente secondo cui sport e giusta alimentazione rendono sempre più giovani. Posto che nessuna dieta andrebbe iniziata senza prima aver sentito il parere del proprio medico, chi sta pensando di apportare qualche cambiamento alla propria alimentazione potrebbe trarre spunto dalle scelte di Ronaldo. E chissà che oltre al fisico non ne giovi anche la mente.