Home Dieta e Alimentazione

La dieta giusta per avere un lato B da urlo e la tartaruga addominale

CONDIVIDI
dieta addominali
iStock Photo

Addominali cesellati e glutei di marmo? E’ questione di dieta. Ecco i cibi giusti da mangiare per ottenere risultati top in palestra.

L’empasse è presto detta. per avere glutei rotondi e seducenti bisognerebbe mangiare un po’ di più, per permettere alla tartaruga addominale di emergere mangiare un po’ di meno.
A illuminarci sulla questione è Christopher Tuttle, dietologo, personal trainer certificato e coach della Federazione Internazionale di Bodybuilding e Fitness che, intervistato da Cosmopolitan  in fatto di alimentazione e allenamento, ha spiegato come la vera soluzione per far sì che il cibo vada realmente ad aiutare il nostro corpo nel dare il meglio di sé sia concentrarci su un singolo obbiettivo ogni volta.
Scopriamo allora quali consigli ci ha voluto dare questo esperto e proviamo a seguirli per una dieta che vada a scolpire il nostro lato B e a regalarci addominali da sogno.

La dieta per glutei e addome

dieta glutei
iStock Photo
“Prima è meglio costruire i muscoli, poi ridurre il grasso corporeo, mentre mantieni quello che hai ottenuto”
Così Christopher spiega la filosofia alla base dei suoi consigli alimentari. Ma quali sono questi consigli?
– Per glutei rotondi e sodi devi mangiare proteine, sono loro i mattoni da cui partire e senza i quali non potrai costruire nulla. Che tu voglia prenderle da carne, pesce o barrette poco conta, quel che conta è assumerne nella giusta quantità. La dietologa e personal trainer Robin Barrie JKaiden individua tale quantitativo in circa 1.8 grammi per ogni chilo di peso corporeo (quantitativo adeguato a chi si allena circa un’ora al giorno).
– I glutei cresceranno solo quando avrai le giuste energie per allenarti e queste non possono che giungere dai carboidrati. Alimenti integrali come riso e avena sono da preferire
Finita la prima fase per i glutei si passa alla fase 2, quella pensata per gli addominali:
– Per ridurre il gonfiore addominale sarà bene concederci un buon apporto di fibre che prenderemo da frutta, verdura e farine integrali. 25 grammi di fibre al giorno sono l’ideale e le si può scomporre in 3 porzioni di verdura da quattro grammi l’una, due di frutta sempre da 4 grammi cadauna e 5 grammi di farine integrali.
– Aumentare gradualmente il quantitativo di acqua giornaliera è un ottimo modo per evitare il gonfiore che le fibre potrebbero inizialmente causare
– Il quantitativo di sale utilizzato non deve mai superare i 2,000 milligrammi a giorno, eviteremo così la temuta ritenzione idrica
– Dai una sferzata la metabolismo concedendoti qualche sfizio nei weekend.
– Aumenta la frequenza dei pasti preferendone sei piccoli a 3 grandi così da avere energia durante tutta la giornata.
Pensi siano un po’ troppi sacrifici e impegni. Be’, come si suol dire, “chi bella vuole apparire un poco deve soffrire” ma non sei comunque tenuta a partire subito a tutta birra: procedi passo dopo passo, inizia gradualmente a prenderti cura del tuo corpo e vedi che ci prenderai gusto.