Home Capelli

Capelli rossi: scegliere la tonalità, il taglio e molto altro ancora

CONDIVIDI
capelli rossi
iStock Photo

Un tempo fonte di prese in giro a non finire, oggi sogno proibito per molte donne. I capelli rossi sono sexy, ricercati e intriganti: scopri come curarli e valorizzarli sempre più.

Tutte almeno una volta nella vita ce lo siamo chieste: “come starei rossa?”

Il colore che un tempo rendeva i “pel di carota” vittime predestinate di prese in giro a non finire è oggi, per noi adulti, sinonimo di originalità, mistero e seduzione.

Certo la fortuna di nascere con un rosso naturale non capita propriamente a tutti e così, spesso, si tratta di una colorazione opera di mani esperte. Rivolgersi al parrucchiere appare infatti quasi un obbligo quando si tratta di passare a un rosso, non solo per garantirsi un effetto finale impeccabile ma anche e soprattutto per farsi consigliare sulla sfumatura da prediligere. Già perché si fa presto a dire capelli rossi ma di quale rosso stiamo parlando? Chi sè è accostato almeno una volta al mondo dei capelli rossi sa che le varianti sono numerose e ciascuna può valorizzare o meno un determinato incarnato.

CheDonna.it prova oggi a offrirvi una panoramica sulle opportunita che i capelli rossi possono offrire e, soprattutto, sui metodi per valorizzare al meglio un colore tanto speciale.

Capelli rossi mogano

capelli rossi
iStock Photo

E’ la sfumatura per chi al sapore naturalmente seducente del rosso vuole aggiungere anche un tocco di mistero. La verisone più intensa e calda dei capelli rossi è del resto un vero e proprio passepartout, combo perfetta con qualsiasi incarnato grazie alla sua grande versatilità e possibilità di esser modulata proprio come la donna che la sfoggerà desidera.

Non a caso il rosso mogano è del resto la pimissma scelta che una donna valuta quando vuole passare dal proprio colore naturale al rosso.

Le pelli più scure, ambrate e olivastre si sposeranno naturalmente con il rosso mogano, così come gli occhi marroni o neri. Anche le pelli più chiare però possono trovare un punto d’incontro con questa sfumatura: si può infatti lavorare su diverse tipologie di riflessi, accentuando la componente castana o quella rossa a seconda delle necessità. Ecco allora che le tonalità caffè e cioccolato prevarranno quando si vorrà elaborare un colore per le pelli più scure, mentre le pelli chiare e gli occhi chiari punteranno maggiormente sui toni del rosso.

Volete valorizzare al meglio le mille sfaccettature di un rosso mogano? Lasciate da parte le forbici e lavorate sulle lunghezze.

Capelli rossi Junior Cally

Una canzone di Junior Cally prodotta da Jeremy Buxton. Eh già, i capelli rossi sono divenuti anche titolo di una canzone uscita nel maggio 2018 per l’etichetta Sugar Music.

Il titolo del brano è proprio Capelli rossi e il rapper Junior Cally cerca qui di allontanarsi dai cliché sessisti che spesso contraddistinguono gran parte della musica rap.

Una nuova strada romantica per il rap dunque? A voi il giudizio.

Sono ancora in piedi ti chiedi perché
Io prendo un drink, il drink prende un drink
Sì, finché il drink prende me
Ho questa tipa nel letto bella da morire dai capelli rossi
Siamo perfetti da soli ma più belli insieme, sai, veniamo mossi
In foto
Il cuore che è un fiore di loto
Lei fa “M’ama o non m’ama”, aiutami mama
Ti prego ora fai una preghiera, tienila lontana
Ho fatto un giro, girotondo
Poi che peccato, è cascato l’hater
Prima di farlo ho chiesto loro:
“Dove andate e che cosa siete”

Dai, vai
Dimmi che è finita, ho fatto solo guai
Dai, vai
Ho solo una bottiglia, adesso corro a prenderti

Mi muovo nel buio della città
Dove gira tutto, ma resto qua
Cammino solo, senza identità
Cerco la mia stella, ma non ci sta
Sto solo volando, vengo a prenderti
Voglio salvarti dai guai, diavoli
Sei persa nel vuoto, strega fermati
Tra le mie mani, capelli rossi

Siamo ancora insieme e ti chiedi perché
Io prendo odio, l’odio porta odio, sì
Ma l’odio non prenderà te
Ho questo cassetto che ora voglio aprire ma proprio non posso
Pieno di ricordi e ferite che avevo rimosso, io casco nel vuoto
Il tramonto è rosso
Sì come il sangue
Facciamo i cattivi ma dal cuore grande
Che non ci piace
Poi ci guardiamo negli occhi, facciamo una strage
La strada si infuoca ogni volta che passo
Volevi il silenzio, il silenzio fa chiasso
Tu salvami dalle malelingue
Da questi squali che vogliono il male, mi stanno sul cazzo

Dai, vai
Dimmi che è finita, ho fatto solo guai
Dai, vai
Ho solo una bottiglia, adesso corro a prenderti

Mi muovo nel buio della città
Dove gira tutto, ma resto qua
Cammino solo, senza identità
Cerco la mia stella, ma non ci sta
Sto solo volando, vengo a prenderti
Voglio salvarti dai guai, diavoli
Sei persa nel vuoto, strega fermati
Tra le mie mani capelli rossi

Capelli rossi naturali

capelli rossi
iStock Photo

Eh già, ci sono fortunati che nascono con i capelli rossi per semplice volontà di Madre Natura.

La caratteristica delle persone che hanno i capelli rossi per natura ha anche un nome scentifico: rutilismo, un carattere la cui trasmissione genetica ancora non risulta pienamente chiara.

Le persone con i capelli rossi sono più comuni nell’Europa nord-occidentale, specialmente Irlanda e nel Regno Unito ma anche in Islanda e Norvegia, tanto che alcuni studi hanno ipotizzato un collegamento tra la pelle chiara tipica dei capelli rossi e la prevenzione del rachitismo nei climi freddi, attraverso un incentivo nella produzione di vitamina D.

Si tratta generalmentedi una tipologia di capello assai delicata, bisognosa di cure e di protezione per non perdere lucidità. Sono dunque sconsigliati i lavaggi troppo frequenti e si raccomanda grande attenzione durante l’esposizione al sole.

Consigliati invece frequenti colpi di forbici poiché le doppie punte risultanto particolarmente vistose sui capelli rossi.

Per curarli al meglio consigliamo anche frequenti impacchi e maschere, alcuni fai da te potrebbero risultare particolarmente adeguati. Vi proponiamo ad esempio quello a base di burro e arancia o un infuso a base di foglie di alloro o di te nero.

Capelli rossi ricci

capelli rossi
iStock Photo

E’ l’incrocio tra le due varianti per capelli più complesse da gestire, gli indomabili ricci e il delicatissimo rosso.

Il rischio è di danneggiare il colore per cercare di creare una piega soddisfacente o di lasciare i ricci alla loro dubbia sorte per non intaccare il rosso. Come fare allora?

Il nostro consiglio èdi puntare innanzitutto sulla qualità dei prodotti: shampoo delicato e una buona spuma sono la base per far sì che il riccio resti bello compatto senza ricorrere a eccessive fonti di calore che intaccherebbero il delicato rosso.

Per mantenere poi la chioma morbida e ben idratata confidate in tanti ma tanti impacchi. Noi vi consigliamo la maschera per capelli ricci fai da te a base di cetriolo.

Diffidate comunque di chi vi dice che la combinazione capelli rossi e ricci sia una vera e propria maledizione: il riccio non farà che aggiungere personalità a un colore già di per sè vincente.

Capelli rossi sfumati

capelli rossi
iStock Photo

Pensavate che shatush, balayage e degradè fossero colorazioni solo per i capelli biondi? Sbagliato! Anche il rosso si adatta benissimo a simili colorazioni sfumate e il più delle volte crea varianti grintose, divertenti e super sexy.

Si può così scegliere tra l’effetto soft di un rosso ramato dalle mille sfumature e quello ben più audace di un degradè mogano, l’importante è sempre evitare stacchi netti e rispettare la “famiglia” dei rossi, rifiutando dunque mix di toni caldi e freddi che involgarirebbero il risultato finale, rendendolo assai poco naturale.

Importante sarà inoltre scegliere sempre con cura la sfumatura di rosso su cui lavorare, abbinandola all’incarnato ma creandola anche in assonanza con il colore naturale dei capelli così da non dar poi vita a una ricrescita troppo vistosa.

Il risultato finale non sarà certo all’insegna della naturalità e della discrezione ma se non temete le sfide questa è un sicuro passaporto verso grinta e originalità.

Capelli rossi scuri

capelli rossi
iStock Photo

Eh già, non esiste solo il ramato. Il rosso può trasformarsi anchein una colorazione cupa, perfetta per un effetto Biancaneve ma anche per sposarsi con le carnagioni più scure o olivastre.

Per queste ultime in particolare consigliamo le varianti meno brillanti e violacee come il rosso borgogna o il rosso amaranto, che se abbinate a un abile gioco di riflessi posso dare anche la giusta luce all’incarnato.

Pe chi poi parte da una base castano scura abbiamo il bordeaux, quella sfumatura più fredda del rosso che rappresenta la perfetta transizione verso il rosso di chi non parte certo da una inclinazione naturale a simili cromie. Anche il bordeaux ha ovviamente al suo interno diverse sfumature, dal malva all’amaranto, dal cremisi al carminio fino al ciliegia, e bisognerà scegliere puntando sempre su una buona armonai con i toni della carnagione:

“Per stare bene con i capelli bordeux, è importante scegliere il punto di colore che riesca a mettere in risalto la luce naturale del viso – spiega Salvo Filetti, hair designer e fondatore di Compagnia della Bellezza. Il taglio giusto, inoltre, valorizza la tinta che altrimenti rischierebbe di essere un po’ ardita o al contrario, anonima.”

I rossi più scuri però vanno trattati con cura. Il rosso è infatti in generale un colore che mal tollera i ripetuti lavaggi e se questo danneggia solo in parti le varianti più tendenti al biondo, uccide letteralmente i mogano, borgogna e bordeaux. Per mantenere allora al meglio simili tonalità è consigliato utilizzare maschere e risciacqui pigmentati, contenenti elementi tonalizzanti che, di volta in volta, ravvivano il colore.