Home Attualità

La lista di Asia Argento: le 82 donne vittime di Harvey Weinstein

CONDIVIDI

Questa è la lista delle 82 donne che sono state sessualmente aggredite/violentate/molestate da #HarveyWeinstein. Noi, le vittime, abbiamo compilato questa lista.

Così Asia Argento rende noto via Twitter l’elenco di nomi, cognomi, date e scabrosi dettagli riguardanti le donne vittime negli anni di Harvey Weinstein. Al numero 26 di questa terribilmente lunga lista compare anche lei: la data è 1997, l’anno in cui un’Asia appena ventunenne si ritrovò sola in una stanza di un hotel di Cannes con il produttore che, dopo quel primo incontro, la perseguitò per 5 lunghi anni.

La scelta di denunciare gli abusi subiti dopo ben vent’anni è costata molto ad Asia Argento, in primis l’ulteriore umiliazione di sentirsi tacciata di complicità da buona parte della stampa italiana, pronta a sottolineare come la tardiva denuncia fosse deprecabile oltre ogni umana comprensione.

Asia però non si è fermata e, da donna ormai matura, prosegue il percorso che appena ventenne le era sembrato impossibile da percorrere.

VIDEO NEWSLETTER

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Mara Venier, tutta la verita a Verissimo: “Jerry Calà ? Un puttaniere”

Nella lista sono numerosi i nomi più o meno blasonati tra cui spiccano quelli di Angelina Jolie, Cara Delvigne, Gwyneth Paltrow, Mira Sorvino e Eva Green. Altre donne mantengono per ora l’anonimato ma, come sostiene la stessa Asia Argento in uno dei commenti al suo tweet, è impressionante pensare come dopo poche settimane la lista sia già così folta.

Anni di silenzio e paure potrebbero aver imprigionato chissà quante donne che adesso, poco alla volta, si stanno facendo forti delle testimonianze altrui per parlare a loro volta.

La valanga piovuta addosso a quest’uomo un tempo potente sembra non fermarsi più e promette di donare riscatto a tante donne vittime, sino ad oggi, silenziose.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Kevin Spacey: “ho scelto di vivere la mia vita da gay”

La lista rende visibile tutto ciò, fornisce in modo tangibile la percezione di quanto male possa aver fatto negli anni lo strapotere di un uomo che adesso pre destinato finalmente a pagare. Il tutto grazie al coraggio di una donne che, almeno per il momento, pare aver ricevuto in cambio solo basse insinuazioni e accuse. Asia Argento ora però sa di non essere più sola.