Home Secondi Piatti

Arista al sale: ilmodo facile per preparare un arrosto goloso

CONDIVIDI
Foto da facebook.com/fattoincasadabenedetta/

Arrosto o più semplicemente, carne al forno: la classica preparazione che sembra destinata a non soddisfarci mai. La carne viene sempre un po’ secca, o non ben cotta o, comunque, poco appetitosa. Il fallimento sembra dunque inevitabile e ciò ci porta a una drastica decisione: la rinuncia. Ci arrendiamo e la carne la preparaeremo in altro modo. Ma è giusto così?

Oggi noi di CheDonna.it vi sveliamo una preparaizone a dir poco semplicissima ma dal risultato più che soddisfacente e capace di farci rivalutare la carne al forno.

Pronte per l’arista al sale?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Arista di maiale porcini e latte!

Arista al sale: la ricetta

Come preparare dunque l’arista al sale? Gli ingredienti che ci occorreranno sono appena tre ma il risultato sarà più che goloso.

Iniziamo dunque a metterci all’opera, partendo dall’elenco degli ingredienti.

Ingredienti:

  • Arista di maiale
  • Sale grosso
  • Rosmarino

E per servire…

  • Pomodorini
  • Rucola fresca
  • Grana in scaglie
  • Olio extravergine d’oliva
  • Aceto balsamico
  • Sale

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Fettine farcite al forno: una ricetta golosa per rinnovare la carne di maiale

Preparare l’arista sarà davvero un gioco da ragazzi. Iniziamo cospargendo con il sale grosso il fondo di una teglia da plumcake. Adagiamoci poi sopra un rametto di rosmarino e la nostra arista. Un’altro rametto di rosmarino sopra la carne e siamo pronti per cospargere totalmente con il sale grosso. Ricordiamoci di riempire interamente la pirofila e coprire bene tutta la superfice della carne.

Incredibile ma siamo già pronte per andare in forno. Forno ventilato, preriscaldato a 180 gradi: la cottura durerà circa mezz’ora.

Ora che l’arista è pronta dobbiamo farla intiepidire per poi procedere all’estrazione dal sale che, intanto, si sarà solidificato. Spacchiamo dunque l’involucro salino e ripuliamo bene la nostra carne dai granelli rimanenti. Ora siamo pronti per affettare e servire con un contorno a scelta.

Alternativa assai golosa è però proporre l’arista fredda, una soluzione ideale soprattutto per l’estate. L’arista così cotta può infatti esser conservata in frigorifero per tre o quattro giorni: all’occcorrenza potremo affettarla sottilmente e servirla quasi a mo’ di carpaccio con sopra un’insalatina di rucola, pomodorini, grana e aceto balsamico. Semplicemente irresistibile!