Post partum: Il primo sorrisino compare intorno ai 2 mesi

0
4
(istock)

Senza dubbio rappresenta uno dei momenti più emozionanti nella vita dei genitori, una di quelle cose che rimangono all’interno della nostra memoria per sempre, segnando un solco indissolubile. Entrando a far parte dei ricordi più importanti come il giorno in cui il nostro bambino è venuto al mondo, o come quando ha stretto le nostre mani per la prima volta, e così sarà  anche per il primo sorrisino.

Il primo sorriso compare intorno ai 2 mesi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Post Partum:Cosa è il punteggio Apgard e a cosa serve?

Il primo sorriso del nostro bambino è uno dei momenti più emozionanti che i genitori conoscono, e tende a comparire intorno ai due mesi di vita e di norma il piccolo tende a sorridere soprattutto a mamma e papà, anche se rimane uno degli eventi più “misteriosi” che riguardano il neonato. La maggior parte dei genitori riesce attraverso espressioni buffe o voci alterate più o meno buffe a strappare un sorriso al proprio bambino.

Secondo una recente ricerca inglese condotto presso la  a London Birkbeck University circa il 90% dei bambini sorride intorno al secondo mese di vita, e sempre secondo questa ricerca, i maschietti sembrerebbero essere più sorridenti rispetto alle femminucce. L’obiettivo di questo studio è comprendere come mai il sorriso compare proprio in questo periodo della vita.

Questo studio ha quindi preso in esame i tempi dei neonati ossia i loro mesi di vita, da i due ai quattro mesi verificando quando il piccolo perfeziona i sorrisi “sociali” rivolti ai genitori, dai quattro ai sei mesi, il piccolo risponde con il,sorriso ad uno stimolo che gli viene presentato, e in ultimo dai sei agli otto mesi in cui il bambino risponde con il sorriso ad uno stimolo provocato dai giochi. I risultati hanno mostrato come il sorriso, così come il pianto, fino ai due mesi rappresentino l’unico mezzo che il bambino ha per comunicare con il mondo esterno e per questo devono essere interpretati dal genitore nel miglio modo possibile.

Il direttore dello studio, il dottor Caspar Addyman infatti sostiene che:”Una delle cose più importanti che abbiamo riscontrato è che la maggior parte dei genitori ‘gioca’ istintivamente con i piccoli, facendoli divertire con facce o toni di voce buffi: solo i bambini hanno il potere di far fare agli adulti cose apparentemente sciocche che pero’ sono importanti per un armonico clima familiare“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Post Partum: Il riposino migliora la memoria del nostro bambino