Home Maternità

Essere genitori: come curare l’otite nel bambino

CONDIVIDI
(IStock)

L’otite è una malattia molto frequente nei bambini piccoli causata dall’infiammazione dell’ orecchio medio ad opera di batteri e virus, che  entrano nell’orecchio attraverso il naso. L’orecchio medio è quella parte dell’orecchio che si trova dietro il timpano.  La frequenza di questa malattia è data dall’immaturità del sistema immunitario del piccolo e dalla conformità dell’orecchio stesso ed è molto dolorosa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Come curare la sesta malattia

Sintomi e cause dell’otite

Il primo segnale che l’otite ci da per avvertirci della sua presenza è un intenso e forte dolore all’orecchio appunto accompagnato da pianto. I bambini piccoli tendono ad esternare questo dolore attraverso il pianto, anche tutta la notte, e con il toccarsi l’orecchio con la mano o tirandosi il lobo. Questa malattia se non ben curata può portare importanti complicazioni come sordità permanente.

L’arrivo dei germi all’orecchio portano il bambino a provare un dolore intenso, una sensazione di orecchio tappato con conseguente ovattamento e suoni smorzati. Irritabilità, agitazione e febbre.

La diagnosi di otite viene fatta dal pediatra dopo aver esaminato il canale uditivo a questo punto viene prescritta una cura la cui funzione è senza dubbio quella di far scendere la febbre, con dell’antipiretico, e di eliminare l’infiammazione , con la prescrizione di paracetamolo. Se l’origine dell’otite è batterica verrà somministrato dell’antibiotico. Generalmente i pediatri preferiscono aspettare uno o due giorni prima di somministrarlo per vedere se la situazione  migliora perchè soltanto  in un caso su quattro l’otite è causata da un batterio.

Oltre ai farmaci, per cercare di dare sollievo al bambino, possiamo utilizzare alcuni rimedi “casalinghi” come ad esempio eseguire continui lavaggi nasali con la soluzione fisiologica così da impedire al muco di spostarsi nelle orecchie, e far dormire il bambino su un cuscino alto, in questo modo la testa rimane sollevata riducendo la pressione all’interno delle orecchie e diminuendo cosi anche il dolore.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Carie in aumento nei bambini, come rimediare?