Home Maternità

Essere genitori: il morbillo sintomi e vaccinazioni

CONDIVIDI

Il morbillo è una malattia infettiva determinata da un virus della famiglia del morbillivirus. Colpisce in modo particolare i bambini  in età scolare e prescolare e ha la sua massima incidenza alla fine dell’inverno e durante la primavera.  Una volta contratta determina una immunizzazione definitiva quindi non ci si ammala più per tutta la vita.

(IStock)
(IStock)

Il morbillo

E’ un malattia molto contagiosa, si contrae attraverso  le goccioline di saliva emesse con tosse, starnuti o anche parlando.

 Il periodo di incubazione è di circa 10 giorni: inizia quando il virus entra nell’organismo e finisce quando compare la febbre. La contagiosità  dura fino a 5 giorni dopo l’eruzione cutanea.

Si sviluppa attraverso quattro fasi: la prima di incubazione è asintomatica; compaiono poi febbre, tosse secca, congiuntivite, raffreddore. Successivamente compaiono puntini bianchi all’interno della bocca che spariscono 2 giorni dopo,  dopo 3 giorni la febbre inizia a salire e compare l’esantema. La terza fase coincide con la comparsa di bollicine tondeggianti, poco in rilievo, di colore rosa pallido. Queste compaiono dietro le orecchie e all’attaccatura dei capelli per poi espandersi successivamente a tutto il corpo con macchie che diventano numerose, soprattutto al tronco e all’attaccatura degli arti, tendono a confluire e assumere un colore rosso vinoso. A questo punto la febbre sparisce. La quarta fase coincide con la risoluzione della malattia dopo 6 giorni le bollicine scompaiono.

Questa malattia può portare con sé delle complicazioni, che però sono molto rare e comprendono: complicazioni respiratorie: otiti laringiti, broncopolmoniti batteriche e polmoniti interstiziali; neurologiche: encefalite acuta, panencefalite sclerosante subacuta ; e complicazioni cardiache e oculari.

Per quanto riguarda la prevenzione esistono delle vaccinazioni specifiche che però è disponibile in forma trivalente ed è associato con i vaccini antirosolia antiparotite, con un’efficacia del 98 – 99 %.  L’immunità dura tutta la vita. Per la somministrazione viene effettuata una prima dose prima dei 24 mesi ed un un richiamo verso 5-6 anni o 11-12 anni.