Il wasabi, elisir contro la caduta dei capelli

I capelli e la loro salute, rappresentano un impegno quotidiano per ogni persona, in particolare le donne.

Prendersene cura con prodotti giusti però, non sempre serve a fermare l’avvento di patologie del cuoio capelluto come la caduta dei capelli.

Perdere i capelli diventa una problematica invasiva, soprattutto a livello estetico e le causa sarebbero diverse.

Nel caso delle donne, potrebbe risiedere in un particolare momento in cui l’organismo sta vivendo uno sbalzo ormonale, ma anche dallo stress.

La dermatite seborroica poi, sembrerebbe essere la maggior causa di perdita dei capelli, sia nella donna che nell’uomo.

La problematica infatti risiederebbe proprio nel cuoio capelluto, dove i bulbi piliferi vengono letteralmente ‘soffocati’ dall’eccessiva produzione di sebo, morendo e lasciando cadere il capello che viveva al suo interno.

Trattare proprio il cuoio capelluto, sembra essere una delle strade più efficaci per contrastare e prevenire la caduta dei capelli.

Molti i rimedi naturali che si possono utilizzare, tra cui delle lozioni a base di oli essenziali stimolanti e purificanti come il tea tree, il limone, il rosmarino o il timo.

Oggi però, l’azienda Kinin, produttrice di salsa wasabi, avrebbe diffuso il risultato di una ricerca scientifica riportata su Food &Wine, secondo la quale proprio questa pianta aiuterebbe a contrastare la caduta dei capelli.

Il wasabi, segreto per trattare il cuoio capelluto e prevenire la caduta dei capelli

Applicare con un massaggio il wasabi sul cuoio capelluto, potrebbe stimolare il cuoio capelluto, grazie all’alto contenuto di isosaponarina.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Capelli perfetti con i trattamenti alla birra 

Questa sostanza infatti concorrerebbe a stimolare il cuoio capelluto e i bulbi piliferi, favorendo la ricrescita dei capelli e la prevenzione della caduta, tre volte più dei prodotti che si trovano in commercio.

Ma per curare il cuoio capelluto però, non si dovrà utilizzare la salsa, ma le foglie della pianta con cui si prepara.

Questa preziosissima pianta però, risulta anche una delle più difficili da coltivare al mondo per questo sarà bene rivolgersi ad una erboristeria per cercarne l’estratto secco o per reperire degli integratori o degli oli che ne contengano le sostanze attive, per poter creare una lozione con cui massaggiare e stimolare il cuoio capelluto.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Capelli: trattamento al pomodoro per capelli secchi

GUARDA IL MAKEUP TUTORIAL -IL VIDEO-