Il trucco per fare un pollo al forno tenero e croccante: nessuno aggiunge l’ingrediente magico

Se vi siete sempre chieste come fanno le rosticcerie a preparare un pollo al forno così croccante e succoso, noi abbiamo la risposta

Diciamo la verità, il pollo arrosto è una ricetta che molti sanno preparare, non serve aver frequentato corsi di alta cucina. Ma avete mai veramente provato a cucinare il vero pollo della rosticceria, fragrante fuori e succoso dentro?

pollo
che donna

Esatto, stiamo parlando di quello con la pelle croccante e dorata. In molti casi la scartiamo, sbagliando, perché grassa. Ma se è bella scrocchiarella, è un piacere mangiare pure quella insieme al resto.
Per farlo basta un trucco che non tutti conoscono, ma da oggi diventerà il nostro marchio di fabbrica vincente. Parliamo di un ingrediente che tutti o quasi hanno in casa, il bicarbonato di sodio. Di solito in cucina lo usiamo per lavare bene frutta e verdura ma in questo caso ci serve in un altro modo.

Facciamo così: in una ciotolina mescoliamo un cucchiaio di sale con un cucchiaino di bicarbonato, aggiungendo anche qualche macinata di pepe nero e un cucchiaino di paprika dolce. Mescoliamo bene con un cucchiaio e poi massaggiamo bene con questo tutta la superficie della pelle.
Ultima operazione: mettiamo il pollo così marinato in frigorifero per almeno 12 ore (ma sarebbero meglio 24) e così il bicarbonato entrerà in azione. Insieme ai succhi della carne infatti produce un gas che forma piccole bolle sulla pelle. Solo così il pollo da rosticceria arriverà sulla nostra tavola senza essere andati in rosticeria.

Il pollo della rosticceria in tavola senza uscire di casa? Ricetta e cottura

E allora adesso vediamo come cucinare il nostro pollo al forno con la pelle croccantissima un secondo piatto che va bene in qualsiasi occasione. Perché basta servirlo con delle patate arrosto un’insalata, delle verdure grigliate a seconda della stagione e facciamo contenti tutti.
Prendiamo un pollo intero da circa 1,4 kg, meglio se ruspante, poi ci serve tutto quello che abbiamo visto sopra per la marinatura a freddo. In più 3 spicchi di aglio 2 rametti di rosmarino, 3 rametti di timo, un limone.
Dopo aver massaggiato il pollo come vi abbiamo spiegato e averlo tenuto a riposo almeno 12 ore, passiamo alla fase due. Piazziamolo sul piano di lavoro, poi prepariamo un trito con aglio spellato, aghetti di rosmarino e foglioline di timo.
Cominciamo a preriscaldare il forno a 240°, poi farciamo il pollo con il trito di erbe aromatiche e aglio, più alcune fette di un limone non trattato e lavato molto bene. Poi appoggiamolo in una teglia, condiamolo con 90 ml di olio extravergine d’oliva e mettiamolo a cuocere per 80-90 minuti (dipende da quanto è grande il pollo e dalla potenza del forno). In cottura, ricordiamoci ogni tanto di bagnarlo con il suo liquido per tenerlo sempre morbido.
Quando è pronto, lasciamolo riposare 10 minuto nel forno spento e poi tiriamolo fuori facendo le porzioni con un coltello ben affilato o ancora meglio con un trinciapollo.